17 Aprile 2015

Sequestrato autolavaggio a Frosinone

Le acque di scarico si immettevano in un fosso-cunetta sottostante senza la necessaria depurazione. Questo il motivo per cui la Forestale di Frosinone ha sequestrato un impianto di autolavaggio nel capoluogo ciociaro. Il titolare dell’esercizio è stato denunciato.

I controlli svolti dagli agenti hanno permesso di riscontrare che il titolare era sprovvisto dell’autorizzazione allo scarico delle acque reflue industriali prodotte nel ciclo di esercizio del lavaggio e lo hanno denunciato, sequestrando preventivamente lo scarico.

Purtroppo non è la prima volta che accade un fatto del genere nella nostra provincia. Gli impianti di autolavaggio, spiega la Forestale, risultano troppo spesso privi dell’autorizzazione allo scarico dei reflui e di un idoneo sistema di depurazione che, si vuole ricordare, sono condizioni imprescindibili affinché tali attività commerciali possano essere esercitate regolarmente.

Per contattare la nostra Redazione puoi scivere a redazione@ciociaria24.net o telefonare al Numero Verde 800-090501.
EUTANASIA - La storia di Piera Franchini

Eutanasia - Piera Franchini, a causa di una lesione al fegato ormai incurabile, andò in Svizzera per il suo suicidio assistito nel 2013.

EUTANASIA - Marco Cappato: «Caro Papa, e se sull'eutanasia il "crimine" foste voi a favorirlo?»

Eutanasia - Queste le dichiarazioni sulla propria pagina Facebook di Marco Cappato, esponente dei Radicali e dell'Associazione Luca Coscioni.

CORONAVIRUS – Lattoferrina proteina anti Covid perché stimola l'immunità

Lattoferrina Coronavirus - Il Professor Massimo Andreoni, direttore dell'Unità malattie infettive al Policlinico di Tor Vergata a Roma, è intervenuto nella trasmissione "L'imprenditore e gli altri" su Cusano Italia TV.