26 Febbraio 2021

Sanità, Loreto Marcelli: (M5S Lazio): «Istituire psico-oncologo per sostegno a pazienti con cancro»

Il Consigliere regionale sorano: «Se il cancro rappresenta sempre una sfida nell’ambito delle patologie mediche, un’ulteriore sfida è quella di riuscire a sostenere psicologicamente chi sta affrontando quello che rappresenta un vero e proprio calvario, fisico e interiore».

«Introdurre nelle strutture ospedaliere la figura dello psico-oncologo significa dare un supporto fondamentale ai pazienti, ai familiari e agli stessi operatori sanitari che quotidianamente affrontano i problemi legati alle patologie neoplastiche. Regolamentare con una legge ad hoc l’istituzione di questa figura vuol dire dare il giusto valore alla dimensione psicologico-sociale che una malattia come il cancro investe in maniera devastante».

Così Loreto Marcelli, consigliere M5S alla Regione Lazio e vice-presidente della Commissione Sanità a margine della Commissione regionale in cui è stata incardinata la Proposta di Legge a sua prima firma, sull’Istituzione del servizio psico-oncologico nella rete oncologica regionale.

«Obiettivo della Legge – ha affermato Marcelli – è quello di far entrare nelle equipes di oncologia delle strutture ospedaliere, la figura dello psico-oncologo, affinché esso possa collaborare, in sinergia con i medici, alla cura del paziente, dando un supporto psicologico anche ai familiari. Qualunque sia la diagnosi, la prognosi e la risposta alle terapie, non esistono tumori di scarsa rilevanza. Il cancro rappresenta sempre, per il paziente e per la famiglia, ma anche per i terapeuti, una prova esistenziale sconvolgente che esige un’attenzione particolare anche dal punto di vista psicologico, sia durante il percorso terapeutico che per scongiurare il rischio che possibili ripercussioni di natura psico-sociale, possano condizionare il resto della vita. Uno specialista che sappia intervenire con la giusta metodologia rappresenta un elemento costitutivo del trattamento della persona affetta da tumore».

«Se il cancro rappresenta sempre una sfida nell’ambito delle patologie mediche, un’ulteriore sfida è quella di riuscire a sostenere psicologicamente chi sta affrontando quello che rappresenta un vero e proprio calvario, fisico e interiore», conclude il consigliere M5S.