15 Marzo 2013

Sabato 16 marzo lo spettacolo teatrale “Un matrimonio all’italiana”

AUDITORIUM

Dopo gli spettacoli del 26 gennaio, del 2 febbraio, del 16 febbraio e del 2 marzo, torna alle ore 21 il teatro all’Auditorium “Paolino Colapietro” in via Grappelli, nelle vicinanze del Campo Coni, con lo spettacolo “Un matrimonio all’italiana”. Una commedia scritta e diretta da Roberto D’Alessandro. Il tema affrontato è quello dell’immigrazione. Tra colpi di scena e situazioni comiche, i nostri divertenti personaggi si trovano a fronteggiare in modo del tutto originale le condizioni dell’immigrazione, in una forma molto diffusa ormai in Italia, il matrimonio per procura di avvenenti donne che giungono col vento dell’est.

Siamo in Italia, una famiglia borghese ceto medio-alto, vivono a Roma, ma sono di origini napoletane. Durante il capofamiglia è vedovo della sua amatissima moglie Lucia. Vive in casa con il suo unico figlio Giuseppe, chiamato Geppino, con la sorella Filomena, chiamata Mena e con il fratello della sua amata moglie Ciro. Dopo qualche anno dalla scomparsa della buon’anima, Durante all’improvviso e illogicamente dopo aver conosciuto una super bionda di Mosca, la conosce per fotografia in un’agenzia matrimoniale, decide di risposarsi. La decisione getta nello sgomento l’intera famiglia. L’azione scenica ha inizio pochi mesi dopo il matrimonio, l’avvenente russa biondo platino, si aggira per casa come una pantera….Alle prese con Mena che mal tollera la sua presenza, con Geppino che ci mette poco a perdere la testa per la nuova “mamma” e Ciro che ha uno strano modo di comportarsi. Tra colpi di scena e situazioni comiche, i nostri divertenti personaggi si trovano a fronteggiare in modo del tutto originale la condizione dell’immigrazione, in una forma molto diffusa ormai in Italia, il matrimonio per procura di avvenenti donne che giungono col vento dell’est.

“La stagione teatrale – ha dichiarato l’assessore alla cultura, sport e spettacolo Gianpiero Fabrizi – ha fatto registrare sino ad oggi un grande successo di critica e di pubblico. Avevamo fortemente creduto nel progetto, ora i risultati ottenuti ci hanno dato ragione e ci lasciano ben sperare per il futuro. Come è noto l’amministrazione comunale – ha concluso Fabrizi – sta lavorando duramente per rilanciare la cultura a tutti i livelli nel capoluogo e i cittadini con la loro presenza e il loro interesse ci spronano a proseguire sulla nostra strada”.

Per contattare la nostra Redazione puoi scivere a redazione@ciociaria24.net o telefonare al Numero Verde 800-090501.
EUTANASIA - La storia di Piera Franchini

Eutanasia - Piera Franchini, a causa di una lesione al fegato ormai incurabile, andò in Svizzera per il suo suicidio assistito nel 2013.

EUTANASIA - Marco Cappato: «Caro Papa, e se sull'eutanasia il "crimine" foste voi a favorirlo?»

Eutanasia - Queste le dichiarazioni sulla propria pagina Facebook di Marco Cappato, esponente dei Radicali e dell'Associazione Luca Coscioni.

CORONAVIRUS – Lattoferrina proteina anti Covid perché stimola l'immunità

Lattoferrina Coronavirus - Il Professor Massimo Andreoni, direttore dell'Unità malattie infettive al Policlinico di Tor Vergata a Roma, è intervenuto nella trasmissione "L'imprenditore e gli altri" su Cusano Italia TV.