4 Giugno 2012

PASTENA – Un trofeo “particolare” per celebrare i vincitori della Sagra della Ciliegia

Sua maestà la ciliegia protagonista della Sagra che ogni anno si celebra a Pastena La manifestazione, giunta quest’anno alla 67° edizione, ha animato e colorato le strade e le piazze, durante il fine settimana, del paese famoso soprattutto per le celebri grotte. Una tradizione molto sentita a Pastena quella della Sagra, un evento che costituisce momento di identità, ma anche promozione e valorizzazione del succoso frutto.

La particolarità della sagra consiste nel fatto che la locale varietà di ciliegia, la “Cerasella”, oltre a costituire l’elemento portante a livello gastronomico per la produzione di marmellate, dolci e liquori, diventa motivo ispiratore di una serie di carri allegorici che, in una sorta di Carnevale, sfilano per le vie del paese. Una variopinta carovana di colori, di figuranti in abito tipico ciociaro, che battagliano per ottenere il riconoscimento di carro più rappresentativo della rassegna. Un riconoscimento che quest’anno ha avuto anche un suo simbolo, un trofeo emblema del primato e che, d’ora in poi, verrà consegnato al carro vincitore di ciascuna edizione della sagra.

Si tratta di una artistica scultura realizzata da Patrick Alò, capace di plasmare in maniera sempre pregevole i più svariati materiali e trasformarli in vere e proprie opere d’arte. Nel caso specifico, il trofeo è costituito da una base di marmo, da cui sembra emergere una sorta di filamento d’alluminio grezzo, sulla cui sommità spicca una forma di alluminio smaltato, di colore rosso, che simboleggia appunto la ciliegia. Una vera e propria opera d’arte che Alò ha voluto realizzare per conto della Provincia di Frosinone, la quale ha fatto dono dell’opera al Comune di Pastena.

L’iniziativa è stata promossa dagli assessori Giuseppe Paliotta e Antonio Abbate, il primo legato territorialmente all’evento della sagra; il secondo sempre disponibile a favorire il binomio tra arte, cultura e territorio. Un lavoro di squadra perfetto per una riuscita iniziativa che il Comune di Pastena intende istituzionalizzare, depositando il conio dell’opera presso la Camera di Commercio di Frosinone e utilizzarlo per le successive edizioni. Tornando alla gara tra i carri, tutti molto belli, per cui la scelta del vincitore è stata molto difficile, è risultato vittorioso il carro dell’associazione “Le Contrade” dal titolo, “Il Telaio. Le origini della tessitura”. A premiare il vincitore con l’ambito simbolo del trionfo, oltre al sindaco di Pastena Arturo Gnesi, padrone di casa, proprio gli assessori provinciali Abbate e Paliotta, insieme allo scultore Patrick Alò ed al consigliere provinciale Simone Costanzo.

“Una festa bellissima, in cui l’aspetto folkloristico e la storia di una comunità si uniscono insieme – ha dichiarato l’assessore Abbate – La Sagra della ciliegia di Pastena riesce proprio a fondere questo duplice aspetto. Per tali motivi è così sentita, partecipata e radicata nella popolazione. I carri che sfilano, poi, sono vere e proprie opere d’arte. A questa tradizione, a questa eccellenza della cultura agricola del nostro territorio, la Provincia di Frosinone, attraverso le mani sapienti e il genio di Patrick Alò, ha voluto fare omaggio di una scultura che di anno in anno possa celebrare il vincitore della gara tra i carri allegorici. Un grazie di cuore a Patrick per il dono e complimenti agli organizzatori, in particolare al Comune di Pastena e al sindaco Arturo Gnesi. Qui si è respirato il sapore più autentico e genuino della sana tradizione ciociara”.

Per contattare la nostra Redazione puoi scivere a redazione@ciociaria24.net.