12 Giugno 2012

Non ci sono soldi, treni pendolari a rischio. Moretti non garantisce il servizio

Treni sporchi, sovraffollati e quasi sempre in ritardo? Pendolari ciociari non preoccupatevi, Trenitalia sembra avere la soluzione al problema. Niente più treni regionali dal 2013. Soppressione del servizio con buona pace dei lavoratori e degli studenti che ogni giorno fanno su e giù tra la Capitale e la Ciociaria sulla tratta Cassino-Frosinone-Roma Termini e viceversa. A dir il vero i pendolari hanno spesso protestato contro i disservizi di quest’ultima, spesso descrivendo i suddetti treni che vi transitano come carri bestiame. 

Ora però Trenitalia fa sapere che o aumenta il biglietto o lo Stato ci mette i soldi, perché i conti sono in rosso. “Senza aumento delle tariffe o senza contributi dallo Stato il servizio di trasporto ferroviario locale rischia di non essere garantito il prossimo anno”, ha dichiarato l’AD di Trenitalia Mauro Moretti in un convegno all’università Bocconi di Milano.

Facile immaginare che, come avvenuto col Cotral, alla fine saranno proprio i pendolari a pagare il conto con un inevitabile aumento delle tariffe. Strano paese l’Italia, aumenta tutto tranne che lo stipendio dei lavoratori, sempre più in bolletta.

Il direttore responsabile di Frosinone24 – SACHA SIROLLI

Per contattare la nostra Redazione puoi scivere a redazione@ciociaria24.net.