29 Marzo 2013

L’ex assessore provinciale Antonio Abbate traccia un bilancio della sua esperienza a Palazzo Iacobucci

Antonio-Abbate

“La conclusione dell’esperienza amministrativa al governo della Provincia di Frosinone merita, da parte mia, un doveroso bilancio, tanti e tali sono stati i progetti realizzati, le iniziative e le attività,  così come evidente è stato il risveglio culturale di un territorio che proprio in questo settore sta trovando nuova linfa per far ripartire la crescita e garantirsi un futuro all’insegna dello sviluppo.

Il fatto di avere terminato questo percorso amministrativo con l’inaugurazione della via Benedicti, rappresenta, emblematicamente, la cifra esemplificativa di questi anni di impegno, lasciando in eredità al territorio un progetto concreto, visibile, spendibile subito per far ripartire l’economia.

A questo progetto se ne sono aggiunti molti altri in questi mesi: la via Francigena, sistemata e resa fruibile dalla Provincia nel tratto di competenza Acuto-Ripi e, nei giorni scorsi, citata come best practice di intervento pubblico sul Corriere della Sera; il cartellone dei Grandi Eventi, nato per valorizzare e promuovere l’offerta culturale di qualità del territorio; la presenza costante ad ogni manifestazione, attività, avvenimento che ponesse come centrale l’arte, la tradizione, il patrimonio artistico. Mai un giorno di inattività in questi quasi quattro anni.

Un attivismo reso possibile dalla volontà del presidente Iannarilli, a cui va il mio sentito ringraziamento per aver voluto rendere centrale la cultura nelle politiche di governo del territorio, un aspetto di cui va  a lui dato merito, perché tale virtuoso investimento mai era stato realizzato nella storia dell’istituzione Provincia. Altrettanto calorosa è la vicinanza che mi sento di rappresentare alla dottoressa Andreina Raponi, Direttore Generale dell’Ente, dall’etica professionale ineccepibile, per il sostegno e l’incoraggiamento dato a questo sforzo in termini di puntuale e leale supporto amministrativo.

Sentimenti di gratitudine trovo doveroso rivolgere alla struttura del Settore Cultura della Provincia di Frosinone, che mi ha accompagnato in questo mandato assessorile, per l’impegno profuso, per l’entusiasmo mostrato, per la competenza e qualità del proprio operare. Un rapporto non solo professionale, ma profondamente umano.

Credo, anzi ne sono convinto, che il modello amministrativo inaugurato nel settore cultura della Provincia di Frosinone, inteso come valorizzazione e promozione concreta di una ricchezza del territorio, non vada accantonato, ma utilizzato ed esportato in altri settori e in altre realtà amministrative. Un modello di concretezza e di realismo, la migliore arma per combattere quel populismo e quelle pulsioni di antipolitica che stanno facendo affondare il nostro Paese.

Ricordo che il mio primo messaggio di assessore venne lanciato con il Convegno dal titolo La Cultura Bene Comune, cui parteciparono Marcello Veneziani e Paolo De Nardis: coerentemente con tale assunto, la Provincia di Frosinone, nel settore cultura, ha dimostrato che amministrare per perseguire il Bene della collettività si può. Non solo protesta e vuote discussioni, ma proposta, soprattutto proposta di idee che si concretizzano, proprio come nel caso della valorizzazione della Via Benedicti”.

Per contattare la nostra Redazione puoi scivere a redazione@ciociaria24.net o telefonare al Numero Verde 800-090501.
EUTANASIA - La storia di Piera Franchini

Eutanasia - Piera Franchini, a causa di una lesione al fegato ormai incurabile, andò in Svizzera per il suo suicidio assistito nel 2013.

EUTANASIA - Marco Cappato: «Caro Papa, e se sull'eutanasia il "crimine" foste voi a favorirlo?»

Eutanasia - Queste le dichiarazioni sulla propria pagina Facebook di Marco Cappato, esponente dei Radicali e dell'Associazione Luca Coscioni.

CORONAVIRUS – Lattoferrina proteina anti Covid perché stimola l'immunità

Lattoferrina Coronavirus - Il Professor Massimo Andreoni, direttore dell'Unità malattie infettive al Policlinico di Tor Vergata a Roma, è intervenuto nella trasmissione "L'imprenditore e gli altri" su Cusano Italia TV.

CORONAVIRUS - La Lattoferrina può essere utile per la prevenzione del Covid

Lattoferrina Coronavirus - La Lattoferrina ha dato ottimi risultati contro il Covid: una portentosa scoperta frutto dell'egregio lavoro di squadra condotto dalle università di Tor Vergata e La Sapienza.