16 Aprile 2013

Iafrate (PSI): perché Zingaretti ha una marcia in più

iafrate

In un periodo di forte disaffezione nei confronti della politica potrebbe forse meravigliare il grande successo elettorale di Nicola Zingaretti. Però, se si approfondisce tale questione, può comprendersi meglio il perchè di questa affermazione clamorosa. Nicola Zingaretti non è affatto una persona che viene dalla società civile, ma è emanazione diretta di un partito, anzi, per di più, la sua attività è quella di funzionario di partito.

Ciononostante egli ha saputo prendere decisioni altamente innovative, privilegiando il rinnovamento e, tra l’altro, scegliendo, dapprima per il listino e poi, per la Giunta Regionale, persone al di fuori della politica e dei partiti, sia pur con qualche eccezione che, però, come si sa, conferma la regola. Può forse stupire il fatto che quali componenti della Giunta Regionale siano stati preferiti, per lo più, altri soggetti rispetto a coloro che si erano candidati a sostegno di Zingaretti, ma proprio questo aspetto sta a confermare l’innovativa originalità del disegno politico di Zingaretti.

Tali decisioni potrebbero sembrare ingenerose nei confronti di quanti hanno messo la faccia per sostenere Zingaretti in campagna elettorale, candidandosi e prendendo migliaia di preferenze, ma in questi tempi, in cui appare essenziale un radicale rinnovamento nei modi e nei metodi, anche scelte che possono sembrare profondamente ingiuste debbono essere accettate in nome di quel forte cambiamento politico che i cittadini esigono.

Poco importa se la prossima volta, con queste premesse, sarà difficile trovare persone disponibili a candidarsi. Ma forse non ci sarà una prossima volta di Zingaretti alla Regione, anche perchè egli ha dimostrato di avere una marcia in più e, quindi, di possedere tutte le carte in regola per ambire a traguardi ancora più importanti. Nel frattempo auspichiamo che acquisisca presto la consapevolezza che egli non è più Presidente della Provincia di Roma, bensì Presidente della Regione Lazio, prestando alla provincia di Frosinone quell’attenzione che purtroppo è mancata nella formazione della Giunta Regionale.

Ad esempio noi socialisti abbiamo presentato, per le elezioni regionali, una lista rinnovata, con risultati davvero lusinghieri da parte di tutti e quattro i candidati. In particolare due giovani professionisti, Angelo Pizzutelli e Roberto De Donatis, hanno ottenuto, tra l’altro, un consenso straordinario, rispettivamente a Frosinone e a Sora, due comuni di notevole rilievo.

Ci auguriamo che, nell’attribuzione degli incarichi regionali, ad essi non siano preferiti personaggi che hanno condiviso fino all’ultimo le scelte sciagurate di Antonello Iannarilli alla Provincia. Ma non credo che Nicola Zingaretti, il quale ci tiene a rappresentare “il nuovo” e la buona politica, voglia premiare il trasformismo, a danno di chi, con coerenza, lo ha sostenuto lealmente e con ottimi esiti elettorali.

Danilo Iafrate – Segretario Federazione provinciale PSI Frosinone

Per contattare la nostra Redazione puoi scivere a redazione@ciociaria24.net o telefonare al Numero Verde 800-090501.
Coronavirus: la situazione complessiva nel Lazio

Coronavirus Lazio - La ripartizione complessiva dei casi dall'inizio della pandemia.

Peste bubbonica: nuovo allarme dalla Cina

Peste bubbonica Cina - Un bimbo di tre anni ha contratto il morbo nel sud del Paese.

Napoli, bambino si lancia dal decimo piano e muore. Aveva appena 11 anni

Napoli bambino - Il Dramma intorno alla mezzanotte nella zona di Mergellina.

4 Ristoranti di Alessandro Borghese a Frosinone. Quali saranno i locali partecipanti alla trasmissione?

Alessandro Borghese - Alessandro Borghese è stato avvistato stamani a Frosinone con il suo Peugeot Traveller.

Bando di concorso in Banca d'Italia: requisiti, prove e come partecipare

Bando di concorso - Banca d'Italia seleziona 30 laureati in ingegneria e statistica per assunzioni a tempo indeterminato. Candidature online entro il 27 ottobre.

CORONAVIRUS – Lattoferrina proteina anti Covid perché stimola l'immunità

Lattoferrina Coronavirus - Il Professor Massimo Andreoni, direttore dell'Unità malattie infettive al Policlinico di Tor Vergata a Roma, è intervenuto nella trasmissione "L'imprenditore e gli altri" su Cusano Italia TV.