24 Settembre 2014

Frosinone: il 26 settembre percorso enogastronomico in centro storico

Un percorso enogastronomico nella parte alta di Frosinone per riportare gente in una delle zone più belle, e oggi tra le più sofferenti, del capoluogo. L’iniziativa, organizzata da “Ristoranti ciociari” e dall’associazione “Sei di Frosinone se”, con il patrocinio del Comune, si terrà il prossimo 26 settembre. Per l’occasione il centro storico resterà chiuso al traffico. L’itinerario si snoderà attraverso via Marconi, Corso della Repubblica e fino a via Minghetti, con una deviazione sotto l’Arco Campagiorni.

Saranno presenti professionisti della ristorazione del Frusinate e della provincia di Latina. Non mancheranno produttori di birra artigianale, vini, liquori e prelibatezze nostrane e pontine, come la salsiccia di Patrica, secca e alla brace, l’olio di Vallecorsa, la Tiella di Gaeta, formaggi tipici, arrosticini e tanto altro. Si potrà mangiare e bere con soli tre euro. I piatti potranno essere degustati passeggiando, nel più classico dei format “street food”.

Ad ogni ristoratore verrà dato un pass che ne attesterà la partecipazione al percorso. Inoltre, verrà distribuita una piantina con l’itinerario e le indicazioni di ciò che si potrà mangiare. Lungo il percorso artisti di strada: i “pizzicati” di Loredana Abaterusso, il dj Set di The King of the night e un gustoso live musicale con Giuliano Gabriele Trio.

«Il percorso – dichiara Alex Vigliani di “Sei di Frosinone se” – è solo l’inizio di una serie di iniziative che hanno come unico obiettivo quello promuovere questo format in altre parti della Ciociaria, ma anche fuori provincia. Ovviamente si invitano tutti i commercianti della zona a restare aperti». Un plauso all’associazione “Sei di Frosinone se” arriva dal consigliere comunale del Pd Angelo Pizzutelli: «Eventi come questo non possono che essere sostenuti – dice – perché hanno il nobile fine di rivitalizzare aree, come il nostro centro storico, da troppo tempo abbandonate a se stesse. L’auspicio è che i cittadini partecipino in massa e che la collaborazione tra associazioni e amministrazione comunale prosegua anche in futuro. Frusna Bene Comune, l’associazione che presiedo, si mette a disposizione per promuovere altri progetti per la crescita della città».