1 Giugno 2012

FERENTINO – Deceduto all’età di 82 anni Ambrogio Ballina, sopravvissuto al massacro dei nazisti del ’44

A Ferentino, è deceduto all’età di 82 anni Ambrogio Ballina, figlio di Giovanni, trucidato nel 1944 alle Fosse Ardeatine dai Nazisti. Ambrogio Ballina era tra i più anziani, se non l’ultimo testimone, di quel tragico mese  del ’44 che vide trecentoventi persone innocenti sacrificate per rappresaglia alle trentadue vittime dell’attentato in Via Rasella. Aveva 13 anni il piccolo Ambrogio, quando lui stesso fu catturato e deportato nel carcere di Regina Coeli insieme al papà Giovanni e  l’altro ferentinate Ambrogio Pettorini. Le sue condizioni di salute lo salvarono dal massacro delle Fosse Ardeatine, ma per tutta la vita l’orrenda esperienza lo segnò profondamente nell’animo.

Il sindaco Piergianni Fiorletta: Ho davanti la figura di un  “piccolo uomo”, dalla forte tempra, non piegato nello spirito, forte della consapevolezza che ha portato e nutrito nel suo animo, un sentimento di cristiano perdono a fronte di un orrendo crimine contro l’umanità. A nome dell’Amministrazione Comunale abbiamo espresso sentite e profonde condoglianze alla Famiglia Ballina per il grave lutto.

I funerali avranno luogo sabato 2 giugno alle ore 15.30 pressola Chiesa SanGiuseppe in Via Stazione.

Per contattare la nostra Redazione puoi scivere a redazione@ciociaria24.net.