lunedì 9 20 Novembre15

Dramma familiare a Frosinone: padre in ospedale dopo l’ennesima lite con il figlio tossico

Nella serata di ieri è arrivata sulla linea 113 la telefonata di uomo, residente nella parte bassa del capoluogo, che chiedeva l’intervento della Polizia di Stato, presso la propria abitazione, per via dell’aggressione fisica appena subita da parte del figlio. L’operatore della sala operativa ha inviato immediatamente una Volante sul posto. Ad attenderla per strada l’anziano richiedente che presentava delle ecchimosi sul viso.

L’uomo ha riferito agli agenti delle continue vessazioni e violenze messe in atto dal figlio disoccupato e tossicodipendente, sia nei suoi confronti che verso la moglie ed un altro figlio convivente, al fine di ottenere denaro. L’anziano ha raccontato ancora dello stato di continuo timore e di esasperazione nel quale sono costretti a vivere a causa del figlio che chiede continuamente denaro e che diventa violento qualora si rifiutino.

Il congiunto, nonostante nel pomeriggio avesse già ottenuto da tutti gli altri componenti della famiglia la somma di 110 euro, rientrato in serata a casa ha preteso di ottenere altro denaro e di fronte al rifiuto del padre gli ha sferrato un pugno al volto per poi aggredire anche il fratello.

Gli agenti hanno poi sentito le urla provenire dall’appartamento dell’anziano padre; entrati in casa hann trovato il giovane in evidente stato di alterazione psicofisica e solo grazie all’ausilio di un’altra pattuglia delle Volanti sono riusciti a ricondurlo alla calma. Accompagnato negli uffici di Polizia il trentanovenne è stato arrestato per tentata estorsione. Il padre, per le lesioni riportate, a seguito dell’aggressione è stato invece affidato alle cure dei sanitari del pronto soccorso del nosocomio frusinate, con una prognosi di 7 giorni.

SPONSOR

Vi aspettiamo presso la sede del Gruppo Jolly Automobili, S.S. dei Monti Lepini km 6,600, a pochi metri dal casello autostradale di Frosinone.