15 Giugno 2012

COTRAL NELLA BUFERA – Troppi debiti per l’azienda di trasporto regionale. Pendolari ciociari sui carboni ardenti

Secondo l’ultima relazione del Collegio sindacale dell’assemblea dei soci consegnata in Regione il Cotral ha una situazione debitoria difficilmente recuperabile. La causa del buco anche incarichi affidati a trattativa privata, a «società di consulenza che non hanno dipendenti» con spese consistenti e non sempre giustificate. A detta de Ilmessaggero.it del 15 giugno La perdita di esercizio è di euro 27.696.489,00. E crediti in essere nei confronti della regione Lazio hanno raggiunto la somma di 460 milioni di euro, rispetto ai 200 milioni di euro del dicembre 2009 nonché di tutti gli altri debitori.
I revisori dei conti avvertono  che solo con drastici interventi di aumento strutturale dei ricavi o una riduzione dei costi l’azienda potrà essere salvata.

Per cui o l’azienda aumenta i biglietti delle corse dei bus o licenzia personale. Da sottolineare che il COtral dal 1 giugno ha già aumentato di oltre il 10% i prezzi dei ticket giornalieri e mensili per i pendolari ciociari che ogni giorno per studio o lavoro si recano a Roma e viceversa. Insomma sembra che la crisi dell’azienda regionale, come al solito, la pagheranno sulla propria pelle lavoratori e utenti, Quest’ultimi già vittime dei ritardi e dei frequenti guasti dei pullman blu e delle agitazioni selvagge promosse dai dipendenti del Cotral nei confronti della stessa azienda di trasporto regionale.

Il direttore responsabile di Frosinone24 – SACHA SIROLLI

Per contattare la nostra Redazione puoi scivere a redazione@ciociaria24.net.