6 Giugno 2012

CECCANO – Camillo Ciotoli: “Giunta figlia dell’odio”

“A distanza di due settimane dall’esito delle elezioni ceccanesi mi corre l’obbligo di rompere il silenzio, dovuto alla delusione per la sconfitta della nostra coalizione, per fare alcune considerazioni alla vigilia del mio debutto in consiglio comunale, risultato per il quale ringrazio tutti i miei elettori, gli amici della Lista Ruspandini e lo stesso candidato sindaco al quale devo la mia partecipazione e il successo che mi porterà a rappresentare i nostri elettori nella consiliatura che sta per partire”. E’ quanto afferma in una nota il neo consigliere comunale della Lista Ruspandini, Camillo Ciotoli.

“Innanzitutto mi preme sottolineare come a dispetto di una campagna elettorale, la nostra, impostata su argomentazioni esclusivamente politiche ci siamo trovati di fronte un raggruppamento di forze, di natura diversa tra loro, che sono riuscite ad affermarsi grazie ad accordi sottobanco, a sotterfugi e promesse di ogni tipo e soprattutto grazie ad una diffamazione sistematica che ogni giorno propagandava un pericolo: le bandiere, le camicie nere, il ritorno del fascismo, il passato dei nostri ragazzi.

Per quanto mi riguarda non finirò mai di ringraziare Massimo Ruspandini ed il suo gruppo per la straordinaria esperienza che mi hanno permesso di vivere. Fatta di uno scambio continuo e disinteressato di esperienze e professionalità con tutte le magnifiche persone che insieme a lui avevano pensato di cambiare davvero e definitivamente le sorti della nostra città. Persone interessate solo al risultato finale, quello del miglioramento delle condizioni di tutti e mai, nemmeno per un secondo, animati da personalismi o da piccoli interessi personali”.

“Al contrario – continua Ciotoli – la coalizione della Maliziola, per vincere, ha dovuto trovare il collante nell’odio e nella sete di vendetta. Di persone interessate solo a colpire Massimo Ruspandini e per niente attente alle reali necessità della città e soprattutto ai tanti drammi che ormai da decenni essa vive.

Tutto questo è dimostrato dall’incredibile difficoltà del nuovo sindaco che non ha armi per presentare una giunta che rispecchi la coalizione che l’ha sostenuta al primo turno dovendo per forza garantire al “trio” dei vendicatori o meglio, al “trio” degli odiatori, un posto in giunta che sta già facendo parlare, per la sua improponibilità, le segreterie politiche nazionali del centrosinistra”.

“La nuova giunta – conclude il consigliere comunale della Lista Ruspandini – quella con la quale il sindaco Manuela Maliziola si presenterà sabato in consiglio comunale, è il frutto di quella che possiamo senz’altro definire la “coalizione dell’odio” un raggruppamento di partiti e di liste che ha avuto la meglio sulla spettacolare squadra messa in campo da Massimo Ruspandini solo attraverso la menzogna, la diffamazione e per ultimo abbeverando gli assetati di vendetta che presto affiancheranno Manuela Maliziola nell’arduo compito di gestire la nostra città mediante una rappresentanza consiliare che è la stessa che da trent’anni produce l’immobilismo più totale”.

DICHIARAZIONE DI CAMILLO CIOTOLI, CONSIGLIERE COMUNALE DI CECCANO, LISTA RUSPANDINI

Per contattare la nostra Redazione puoi scivere a redazione@ciociaria24.net.