7 Giugno 2012

ATER – Enzo Di Stefano: “Patto per la Casa e Fondo Immobiliare: una spinta per la crescita ”

Enzo Di Stefano, Presidente dell’Ater di Frosinone, lancia l’iniziativa del Patto per la Casa e spinge per la nascita di un Fondo Immobiliare.“La crisi in atto nel Paese – esordisce – che interessa prima di ogni cosa le fasce più deboli della popolazione, ci sollecita ad individuare nuove azioni nell’ambito del mondo delle politiche abitative. È nostra volontà quella di promuovere un ‘Patto per la Casa’, che coinvolga, oltre all’Ater, i comuni, le associazioni e le cooperative sociali, le banche, le categorie professionali, le organizzazioni di volontariato, gli enti economici. L’obiettivo, dunque, è quello di creare una vera e propria task force tra tutti questi soggetti, in grado di integrare i singoli interventi e trasformarli in un’azione condivisa che si adatti alle nuove esigenze sociali, in continua evoluzione anche per colpa della difficile congiuntura economica. Vogliamo dare un forte impulso per l’incremento dell’offerta abitativa, la costruzione di nuovi alloggi e la riqualificazione di quelli già esistenti: per questo, siamo consapevoli che non esiste metodo migliore se non quello della concertazione e dell’unità di intenti. Il Patto per la Casa diventa, dunque, lo strumento che ci permetterà di raggiungere un più elevato grado di efficienza e di corrispondere sempre meglio ai nostri compiti nei confronti dei cittadini, sia dal punto di vista delle strutture che da quello della qualità della vita e dell’inclusione sociale. Parallelamente al Patto per la Casa – prosegue Di Stefano – dovremo attuare un percorso per arrivare alla creazione di un Fondo Immobiliare che, come ho già specificato in diverse occasioni, rappresenta lo strumento finanziario ideale per lo sviluppo del territorio. Se gestito nella giusta maniera e attraverso una seria collaborazione tra gli enti chiamati ad istituirlo, infatti, questo fondo potrebbe metterci nelle condizioni di programmare la realizzazione di ben 600 nuovi alloggi, 200 posti letto per l’assistenza, strutture di servizi scolastici e di sicurezza già entro la fine del 2013. Un traguardo senza dubbio ambizioso ma realizzabile, se davvero lo si vuole, anche insieme alle tante agevolazioni che introdurremo per favorire le giovani coppie e sostenerle nel pagamento dell’affitto o nell’accesso ai mutui. Nelle prossime settimane – conclude – promuoveremo un apposito convegno sul tema, al quale auspico possano partecipare tutti i soggetti sociali ed economici interessati, in cui saremo in grado di illustrare con precisione questo ventaglio di iniziative, studiate per essere sempre più vicini alle esigenze delle famiglie”.

Per contattare la nostra Redazione puoi scivere a redazione@ciociaria24.net.