18 Giugno 2014

22 segnalazioni per i maltrattamenti al cane Ciccio

Il cerchio si stringe e nei prossimi giorni scatteranno le denuncie a carico dei responsabili delle torture ai danni di Ciccio, il cane di Ferentino salvato nelle scorse settimane dalle volontarie dell’AIDAA ed in particolare da Francesca Monoscalco. Il cane dopo la morte del suo padrone per due mesi era andato tutti i giorni a vegliarlo sulla tomba, ma era stato preso di mira da un gruppo di ragazzi che lo hanno torturato arrivando a spegnergli le sigarette sul corpo. Ora dopo che AIDAA ha messo la taglia di 5.000 euro sono arrivate ben ventidue segnalazioni che riguardano i responsabili di queste sevizie che sono stati individuati e che saranno denunciati all’autorità giudiziaria e per quanto riguarda i minori al tribunale minorile.

“Sappiamo chi sono ed ora dovranno pagare pesantemente per quanto hanno fatto a Ciccio – ci dice Lorenzo Croce presidente nazionale di AIDAA – anche i minori che forse hanno agito credendosi al riparo dalla nostra ira saranno denunciati al tribunale dei Minori, la cosa che ci fa specie è che i protagonisti delle diverse sevizie non sono solo dei ragazzini, ma anche dei pensionati anziani che a più riprese hanno preso il cane a bastonate davanti a un bar del paese. Abbiamo i loro nomi e il loro bastone ora dovranno usarlo per sostenersi quando andranno dai carabinieri a rispondere dei loro orribili maltrattamenti. Per loro nessuna pietà – conclude Croce – come loro non ne hanno avuto per il povero cane reo solo di voler bene al suo padrone deceduto”.

Per contattare la nostra Redazione puoi scivere a redazione@ciociaria24.net o telefonare al Numero Verde 800-090501.
EUTANASIA - La storia di Piera Franchini

Eutanasia - Piera Franchini, a causa di una lesione al fegato ormai incurabile, andò in Svizzera per il suo suicidio assistito nel 2013.

EUTANASIA - Marco Cappato: «Caro Papa, e se sull'eutanasia il "crimine" foste voi a favorirlo?»

Eutanasia - Queste le dichiarazioni sulla propria pagina Facebook di Marco Cappato, esponente dei Radicali e dell'Associazione Luca Coscioni.

CORONAVIRUS – Lattoferrina proteina anti Covid perché stimola l'immunità

Lattoferrina Coronavirus - Il Professor Massimo Andreoni, direttore dell'Unità malattie infettive al Policlinico di Tor Vergata a Roma, è intervenuto nella trasmissione "L'imprenditore e gli altri" su Cusano Italia TV.