giovedì 8 marzo 2012

VEROLI – Superstrada Sora – Ferentino ridotta un colabrodo

E’ una superstrada ormai ridotta ad un colabrodo la ss 214, quella che da Sora termina a Ferentino e conduce direttamente all’entrata della A1 e alla  zona indistriale. La famosa incompiuta che dopo quarant’anni e svariati  ritocchi del percorso originario è stata terminata solo un anno e mezzo fa.  Insomma, quella che nelle intenzioni di chi ne aveva progettato la costruzione  doveva unire i due mari, il Tirreno e l’Adriatico ma che per questioni  burocratiche, per volontà dei politici di allora che usavano solo il  politichese ma anche per i poteri forti che la politica aveva in sole due  città, Sora e Frosinone, quella superstrada si è accorciata e il suo tracciato  unisce solo l’entroterra ciociaro con la A1 Milano-Napoli. Un’opera comunque  meritoria per carità, che ha contribuito a far fare un salto di qualità alla  provincia di Frosinone  in quanto a viabilità. Ma quella  bella strada adesso è  diventata pericolosa e piena di buche è inpercorribile perchè sfossata,  dissestata, il manto stradale è costellato di crateri, come sulla Luna e per  giunta, da sempre, agli automobilisti racconta bugie attraverso la segnaletica.  Facciamo qualche esempio. Chi percorre l’arteria proveniente da Sora all’uscita  di Casamari (ma che è comune?), trova scritto ” uscita Boville e M. S. Giovanni  Campano”  quando invece il territorio è di Veroli, che oltre tutto viene  segnalata a 18 chilometri di distanza ma gli automobilisti una volta usciti  dopo 200 metri trovano un bivio con varie segnaletiche. Veroli improvvisamente  è distante 8 chilometri. Miracolo? In realtà la città da quel punto dista  soltanto 6 chilometri. Ancora! Chi proviene dall’autostrada o dall’asse  attrezzato della zona industriale, all’altezza di Castelmassimo (ma che è  comune ? ), trova scritto “uscita Frosinone” quando siamo ancora nel territorio  di Veroli. Qualche chilometro più avanti finalmente l’utente trova  “uscita  Veroli” e la città viene segnalata  a 6 chilometri di distanza quando invece  sono solo 4. Ancora! Se si esce sempre dall’autostrada e si prende la famosa  214 sono segnalate soltanto le città di Sora e Alatri, non sono invece  segnalate città importanti come Fiuggi, Veroli e Isola Liri completamente  ignorate. Per questi motivi, ma anche per tanti altri dei quali ci occuperemo  più in la, vogliamo sensibilizzare e invitare il proprietario della strada in  questione, ovvero la Regione Lazio, intanto a correggere le tabelle  segnaletiche errate e bugiarde, nello stesso tempo ridare la giusta importanza  alle città sul cui territorio insiste l’importante arteria. In questo caso  parliamo di Veroli, che ad onor del vero ha tre uscite valide nel suo  territorio, Nord (Castelmassimo), centro (Giglio di Veroli) e Sud (Casamari).  Stando così le cose invece il vetusto “Borgo” ricco di storia, arte e cultura,  non ha quella visibilità e quella importanza che gli competono, la provincia e  la regione queste cose dovrebbero saperle. L’amministrazione comunale si faccia  sentire, alzi la voce, sindaco e assessori invece di fare normale  amministrazione, per la verità la fanno bene, vadano ai piani più alti della  ormai fallimentare ‘politica’ per protestare, perchè Veroli non è solo un  serbatoio di voti per i vari politici, nazionali, regionali e provinciali che  salgono in città soltanto in tempo di elezioni e poi spariscono per cinque  anni. E’ invece un centro di riferimento importantissimo per l’intero  territorio viste le origini, le opere d’arti che racchiude nelle sue mura ma  soprattutto per l’importanza e il ruolo che ha ricoperto nella storia.

Gianni Federico

PUBBLIREDAZIONALE - Impossibile resistere alle offerte dell'estate Peugeot.