sabato 10 marzo 2012

Veroli, consiglio comunale assai movimentato

Veroli – E’ Stato un consiglio comunale assai movimentato quello di giovedì
sera dopo qualche tempo che non veniva convocato dal presidente del consiglio comunale Adriano Uccioli. Poche le voci all’ordine del giorno che sono state tutte approvate dalla maggioranza con il voto contrario della opposizione.

Uno degli argomenti da affrontare riguardava appunto gli abusi edilizi, se ne è
discusso a lungo, alla fine  il dott. Mino Moraldi, consigliere di opposizione
durante le dichiarazioni di voto si è scagliato contro il suo collega di
partito, il consigliere Armando Scaccia. < Mi dissocio completamente dalle
dichiarazioni del collega e capogruppo consiliare del Pdl Armando Scaccia, il
quale ha affermato di non sentirsi contrario a chi effettua abusi edilizi >.
Con queste parole il dott. Mino Moraldi ha preso le distanze  dal suo
capogruppo consiliare il quale durante la seduta  ha dichiarato di non essere
contrario ad azioni tese ad abusivismo edilizio di chi le esegua per ingrandire
o svolgere la propria attività artigianale o imprenditoriale. «Ho sempre fatto
della lotta all’abusivismo un cavallo di battaglia della mia azione politica,
spesso trovandomi anche a sostenere l’amministrazione del sindaco Giuseppe D’Onorio, ma ora mi ritrovo a dover ascoltare affermazioni del genere provenienti proprio dal leader consiliare del partito politico a cui appartengo. Voglio evidenziare l’imbarazzo suscitato in aula da parole simili pronunciate
evidentemente senza essere prima calibrate alla virgola, imbarazzo che ha
portato scompiglio e sconcerto anche tra i banchi della stessa maggioranza che
non è riuscita al momento a prendere le redini di una discussione che avrebbe
dovuto assumere a quel punto ben altri toni». Il chirurgo esponente di
centrodestra, riferendosi al suo capogruppo, a questo punto mette in risalto
due necessità: «Auspico con forza che il sindaco D’Onorio voglia prendere anche egli le distanze da simili affermazioni che ne coinvolgono direttamente l’
azione amministrativa, ma ancor di più sollecito i vertici provinciali del
nostro partito a richiamare ufficialmente ad una corretta visione della realtà
e della legalità il consigliere Scaccia che, se la pensa davvero così, dovrebbe
soltanto rassegnare le proprie dimissioni sia da capogruppo che da consigliere
comunale». In serata si attendeva la replica o quantomeno una dichiarazione da parte di Scaccia che al momento però non è arrivata, se ne saprà di più nelle
prossime ora, anche per quanto riguarda magari l’intervento dei vertici
provinciali del Pdl che dovranno far sentire la loro opinione a riguardo e
prendere se necessario dei provvedimenti disciplinari nei confronti del
capogruppo Armando Scaccia oppure se arriverà solamente una ammonizione ad un comportamento più consono.

Gianni Federico.

Ti potrebbe interessare
Tecarterapia a Roma: la nostra indagine ha dato ottimi frutti

Tecarterapia Roma - Del resto, per svolgere delle ottime sedute di tecarterapia a Roma bisogna capitare nel posto giusto, gestito dalle persone giuste. ...

Terapie domiciliari a Roma: una risorsa importantissima, ecco come fare

Terapie domiciliari Roma - Trovare a Roma terapie domiciliari svolte seriamente non è semplice, ma noi ci siamo riusciti. Per svolgere questo particolare trattamento bisogna ...

Laser HILT: a Roma lo chiamano laser 2.0, ecco perché

Laser HILT Roma - Il Laser HILT è praticamente una laserterapia con emissione laser ad alta intensità. Del resto lo dice la parola stessa, HILT, ...

Blog Aziendale vs Pagina Facebook: 2-0 a tavolino

Blog Aziendali - Video, video e ancora video. Perlopiù comici, di denuncia o di intrattenimento in genere. Questo è ciò che si visualizza da ...