Vallecorsa: rapina in una gioielleria. Arrestati due uomini grazie a collaborazione tra Carabinieri e Polizia

Ancora una volta il coordinamento delle forze di polizia produce lusinghieri risultati. E subito arriva il plauso del Sindaco di Vallecorsa alle forze di polizia già presenti nei giorni scorsi nella medievale cittadina per le celebrazioni di San Michele Arcangelo patrono della Polizia di Stato ed oggi operativamente insieme con l’arresto di due pericolosi rapinatori. Tutto accade nella trascorsa serata quando tre uomini armati di pistola fanno irruzione in una gioielleria del paese. Usano l’arma per intimidire i proprietari e costringerli ad aprire la cassaforte. Ripuliscono tutto e dopo aver immobilizzato i titolari con fascette di plastica si danno alla fuga. Scatta l’allarme alla centrale dell’Arma dei Carabinieri. Tutti gli operatori di polizia scendono in campo.

Il personale dell’Arma rintraccia nel comune di Ceccano l’auto dei malviventi e riesce a bloccarne uno traendolo in arresto. I complici proseguono la fuga a piedi facendo perdere le proprie tracce. Le sale operative dell’Arma dei Carabinieri e della Polizia di Stato si trasmettono tutte le informazioni via via acquisite per il rintraccio degli altri rapinatori. Si cerca un uomo di circa quaranta anni, statura media che indossa una maglia con il numero 68. Proseguono senza sosta le ricerche e l’uomo viene avvistato lungo la strada che costeggia la ferrovia. Le Volanti si concentrano nella tratta e, dopo aver verificato che la recinzione metallica che protegge i binari era stata piegata, individuano il “ ricercato nr. 68”.

L’uomo cerca nell’oscurità di dileguarsi tra sterpaglie e rovi, ma i poliziotti lo inseguono riuscendo a bloccarlo in prossimità della variante Casilina. Così viene ammanettato anche l’altro pericoloso rapinatore che annovera tra i suoi precedenti reati di rapina, un omicidio ed associazione a delinquere.

Menu