Tutto pronto per il “Boville Festival”, si parte il 21 Luglio. Il programma completo

Tutto pronto per il taglio del nastro del Boville Festival. La kermesse musicale, giunta alla sua settima edizione, si svolge nello slargo del campo sportivo di San Lucio, a Boville ed è ormai diventata uno degli appuntamenti da segnare in agenda nell’estate ciociara. Divertimento, aggregazione, buona musica ed un buon boccale di birra sono gli ingredienti semplici di una formula sempre di maggior successo, capace di adeguarsi nel tempo ma sempre fedele all’impronta originale. E se nel corso delle prime edizioni a salire sul palco erano principalmente gruppi rock, da qualche tempo il Boville Festival si è ritagliato un ruolo di primo piano in campo nazionale nel panorama più alternativo della indie music.

Si parte mercoledì sera (21 luglio ndr) con la serata preliminare mentre nella serata di giovedì a salire sul palco saranno i Muro del Canto, un gruppo musicale italiano originario di Roma che confluiscono, nel loro stile musicale. da un lato le tradizioni popolari e dall’altro contaminazioni rock e dark.

Si prosegue venerdì 22 luglio con il concerto de L’Orso, gruppo formato da Mattia Barro, Omar Assadi, Niccolò Bonazzon e Francesco Paganelli. L’Orso ha base a Milano, sebbene i vari componenti provengano da quattro differenti punti della penisola: Ivrea, Voghera, Treviso, Ventimiglia. I numeri di questa band sono sorprendenti soprattutto considerando che sono trascorsi appena quattro anni dal loro primo concerto assieme. Due milioni e mezzo di views su Youtube, due milioni di ascolti su Spotify; si, perché se una volta a fare la differenza nella carriera di un artista erano i dischi venduti ora questo paradigma sembra essersi ribaltato ed una band così giovane ha avuto la possibilità su affermarsi in campo nazionale.

Da una piacevole sorpresa del panorama indie ad un classico, i Diaframma, che saliranno sul palco del campo sportivo di San Lucio nella serata di sabato. Gruppo musicale formatosi a Firenze tra la fine degli anni 70 e i primi anni 80, i Diaframma dopo numerosi cambi di formazione e un temporaneo scioglimento, sono tornati per riprendersi il loro pubblico ed il loro palco. L’unico componente della formazione originale rimasto è il cantante, chitarrista e autore Federico Fiumani mentre agli esordi alla voce si sono avvicendati Nicola Vannini e Miro Sassolini. Dagli esordi avvenuti nello stesso contesto musicale e territoriale dei Litfiba, la Firenze “new wave” dei primi anni ottanta, i Diaframma esordiscono dapprima come cover band dei Joy Division, poi, nel 1982, incidono il loro primo singolo, “Pioggia”, accompagnato dal b-side “Illusione ottica”.

Gli splendidi testi del poeta chitarrista Federico Fiumani spingono il gruppo tra i più quotati sulla scena fiorentina dell’epoca. Dopo parecchie esibizioni nei club fiorentini, spesso insieme ai Litfiba, riscuotono un grandissimo successo nelle vendite con alcuni lavori successivi. Assi portanti dell’album sono la splendida “Amsterdam”, in seguito duettata con i cugini Litfiba, “Neogrigio” e la title-track, pezzi arricchiti dalle magnifiche liriche di Fiumani, vero leader di una band che cambierà ripetutamente formazione nel corso degli anni. A chiudere la quattro giorni canora, domenica sera, il Teatro degli Orrori, un altro gruppo alternative rock italiano nato nel 2005. La band, una delle realtà di punta della nuova scena alternative-rock italiana, emersa alla fine del decennio Zero. Si tratta di una sorta di supergruppo, che annovera l’istrionico leader, cantante e frontman Pierpaolo Capovilla. C’è forse un modo migliore per trascorre una serata d’estate, in compagnia degli amici, della buona musica e di una birra? Forse, la magia del Boville Festival!

Menu