sabato 9 agosto 2014

Tragedia a Fiumicino: spara e uccide la moglie, ferisce il figlio e poi tenta il suicidio

Dramma familiare a Fiumicino, vicino Roma. Un uomo di 72 anni ha sparato alla moglie 68enne uccidendola, al figlio 32enne ferendolo e poi ha tentato di suicidarsi sparandosi un colpo alla tempia. All’origine della tragedia, secondo quanto riportato da Il Messaggero, una lite tra padre e figlio. Quest’ultimo, separato da una donna 40enne che vive nella stessa palazzina con due bambini, avrebbe accusato il padre di insisiare sentimentalmente la donna stessa. Da qui la situazione sarebbe precipitata, il 72enne avrebbe impugnato un revolver facendo fuoco prima sui familiari e poi su se stesso. Ora è ricoverato in gravissime condizioni al S.Camillo. Il figlio, invece, ferito di striscio, se la caverà. (clicca qui per leggere tutto l’articolo).

PUBBLIREDAZIONALE - Un lavoro costante ed equilibrato svolto per un periodo compreso tra le sei e le otto settimane è in genere ideale per poter recuperare le facoltà motorie e reimpossessarsi della propria quotidianità.

PUBBLIREDAZIONALE - Un punto di riferimento per chi è in cerca di assistenti familiari/badanti. La sede è a Sora in viale S. Domenico n.1