25 settembre 2013 redazione@ciociaria24.net

Torrice, l’Amministrazione continua la sua battaglia ad Acea e inaugura lo sportello Acqua Pubblica

Dopo il successo dell’assemblea pubblica dello scorso 14 Settembre, a cui hanno partecipato con vivo interesse i cittadini e a cui è stato fatto un quadro generale della situazione “Acea e Acqua ”sulla nostra provincia, nascerà lo Sportello Acqua Pubblica di Torrice con sede in via Regina Elena. Infatti, all’incontro i rappresentanti del Comitato a livello regionale, provinciale e locale hanno ampiamente illustrato il quadro dei diritti dei consumatori e dei doveri di Acea, doveri contemplati da un contratto che non rispettano.

Quindi, dopo la viva e partecipata assemblea pubblica di sabato 14 Settembre, il Coordinamento provinciale Acqua Pubblica di Frosinone, con il patrocinio del Comune di Torrice, invita tutti i cittadini all’apertura dello sportello del Coordinamento Acqua Pubblica sul territorio di Torrice. L’inaugurazione della nascita dello Sportello avrà luogo nella Sala Consiliare Venerdì 27 Settembre alle ore 16 e rappresenterà un altro momento di incontro per tutta la comunità di Torrice e non solo, per tutti quei cittadini che vogliono capire meglio cosa pagano con la bolletta e perché è giusto contestarla.

Allo Sportello potranno rivolgersi tutti gli utenti che vogliano contestare le loro bollette e segnalare eventuali situazioni illegali ed illegittime sul territorio, infatti è previsto che allo Sportello possano accedere anche i cittadini dei paesi limitrofi e certamente io ed il Comitato non mancheremo a svolgere il ruolo che ci compete. I torriciani sono uomini e donne dal forte temperamento e non mancheranno l’ occasione per far valere i propri diritti e contestare ogni sopruso in bolletta, supportati dal Sindaco Savo. L’ acqua non ha e non deve avere colore, è il bene pubblico per eccellenza e va’ tutelato in quanto tale. La referente dello Sportello a Torrice sarà la Dott.ssa Luisa Montoni che chiarirà a tutti il concetto di contestazione delle bollette: ”Contestando la bolletta difendiamo un bene essenziale alla vita tirandolo fuori dalle leggi del profitto; contestando la bolletta chiediamo il rispetto del referendum sull’acqua 2011; contestando la bolletta rifiutiamo un sistema di gestione del servizio idrico che si è rivelato non solo inefficace e fallimentare ma al di fuori dei principi della legalità e democrazia”.

Menu