mercoledì 18 gennaio 2017 redazione@frosinone24.com

Terremoto Centro Italia: Giovedì 19 a Frosinone scuole chiuse. Venerdì 20 prove di evacuazione

A seguito degli eventi sismici che stanno interessando in queste ore le zone dell’Italia Centrale, il Sindaco di Frosinone Nicola Ottaviani ha effettuato, attraverso quattro squadre di tecnici coordinate dall’Assessorato ai Lavori Pubblici, i controlli di tutte le scuole comunali, per verificare la presenza di eventuali lesioni ai plessi didattici.

Pur non essendo state riscontrate particolari criticità, il  Sindaco ha ritenuto opportuno disporre ulteriore verifiche anche per la mattinata di giovedì 19 gennaio, tenuto conto del fatto che le indicazioni dell’Istituto di Geofisica e Vulcanologia non escludono un’ ipotesi di sciame sismico, sulle aree interessate dal fenomeno tellurico della giornata odierna.

In base a tale quadro, proprio per reiterare i controlli, il Sindaco Nicola Ottaviani ha ordinato la chiusura cautelativa di tutte le scuole di ogni ordine e grado, sia pubbliche che private, aventi sede nel territorio comunale per la giornata di domani, giovedì 19 gennaio, invitando le Autorità, diverse da quelle comunali, ad effettuare i  relativi controlli sugli edifici di propria competenza.

Con la medesima ordinanza, inoltre, il Sindaco ha disposto, per la giornata di venerdì 20 gennaio, l’effettuazione straordinaria delle prove di evacuazione, in tutti gli istituti scolastici e di istruzione, aventi sede nel capoluogo, nel rispetto dei relativi piani di sicurezza connessi alle emergenze sismiche, tenuto conto del fatto che spesso l’improvvisazione nella gestione degli eventi calamitosi, come quello registratosi nella giornata odierna, rischia di creare maggiori danni rispetto all’evento stesso.

DOPO AVER LETTO QUESTO ARTICOLO MI SENTO
  • INDIGNATO
  • TRISTE
  • INDIFFERENTE
  • ALLEGRO
  • SODDISFATTO
VUOI ESSERE SEMPRE AGGIORNATO?
Per ricevere le nostre notizie su smartphone o tablet: clicca qui e scarica la nostra App gratuita
I PIU' LETTI DELLA SETTIMANA