Si punta un coltello da 20 cm sul cuore: salvata in extremis

L'operazione di salvataggio è stata delicatissima, soprattutto a causa del grande nervosismo della donna.

Due agenti delle Volanti della Questura di Rimini, nella tarda serata di ieri, hanno salvato la vita a una donna di 30 anni che aveva deciso di togliersi la vita. Erano da poco passate le 22, quando è giunta al centralino del 113 una telefonata di una donna che allarmata chiedeva aiuto alla Polizia poiché la figlia stava tentando di ammazzarsi con un coltello con una lama di notevoli dimensioni. A quel punto i poliziotti a sirene spiegate si sono immediatamente portati sul posto, dove hanno trovato una situazione già difficile: la donna impugnava un coltello dalla lama lunga oltre 20 cm che continuava a premere con forza sul proprio petto in direzione del cuore.

La situazione era resa ancora più complessa e critica dal fatto che la donna si trovava in uno spazio molto stretto che non consentiva di intervenire con facilità e, soprattutto, dal fatto che la donna all’arrivo degli operatori ha iniziato a urlare e a perdere il proprio controllo. Ed è per tali motivi che il lavoro dei poliziotti è stato indispensabile e determinante: con pazienza e professionalità hanno iniziato a dialogare con la donna per indurla a desistere dal suo intento. I numerosi tentativi di calmarla da parte degli agenti però sono rimasti senza alcun esito e la situazione sembrava precipitare.

La svolta è giunta poco dopo, quando uno dei due poliziotti, profittando dell’attimo in cui la donna per spostarsi i capelli dal viso ha allentato la presa dall’impugnatura del coltello, è intervenuto, si è portato con rapidità sulla donna, strappandole letteralmente il coltello dalle mani, mentre l’altro operatore garantiva la sicurezza della donna immobilizzandola. La prontezza di riflessi, l’agilità e la professionale determinazione dei poliziotti hanno salvato la vita alla giovane donna. La donna, prontamente soccorsa dagli operatori del 118 chiamati dalla sala operativa della Questura, non ha riportato ferite e ora si trova in ospedale. Non si conoscono al momento le cause del gesto.

Menu