Sequestrate aree adibite a scarico rifiuti nell’area ex Permaflex [FOTOGALLERY]

Questa mattina l’ufficio di P.G. della Polizia locale, agli ordini del Ten. Annarita Germani, nell’ambito dei servizi in materia di tutela ambientale ha condotto una vasta operazione di controllo di iniziativa all’interno dell’area “ex Permaflex”. All’interno della stessa, dell’estensione complessiva di 14 ettari, sono stati sottoposti a sequestro diversi siti utilizzati per scaricare ogni sorta di rifiuto. Delle operazioni di sequestro veniva prontamente avvisato il magistrato di turno e contattati, per le attività di rispettiva competenza sia l’Asl, sia l’Arpa. All’interno delle aree sequestrate sono stati trovati mezzi e carcasse di barche abbandonate, residui di lavorazione di materassi, bottiglie, campionature di ceramiche, fusti, materiale di eternit, etc. Sono stati inoltre individuati i due responsabili delle aree utilizzate per il deposito dei rifiuti e sono in corso accertamenti al fine di individuare le responsabilità penali e amministrative degli autori. Il Comandante della polizia locale, Col. Carlo del Piano, dichiara che nei prossimi giorni le attività di P.G. proseguiranno al fine di individuare chi, nel corso degli anni, ha avuto il barbaro coraggio di deturpare indisturbato un’area così vasta del nostro territorio. Gli uomini della polizia locale faranno di tutto per cercare di assicurare alla giustizia i responsabili di tali reati al fine di obbligarli a risponderne sia in sede penale che amministrativa, anche alla luce delle analisi che verranno fatte dei rifiuti rinvenuti.

Si procederà inoltre ad intimare ai proprietari dell’area l’immediata rimozione delle cataste di rifiuti trovate e a provvedere alla bonifica dell’intero sito.

[nggallery id=65]

Menu