17 settembre 2015 redazione@ciociaria24.net

Semina il panico in un un bar a Frosinone, arrestato 43enne

Nel pomeriggio di ieri sono arrivate sulla linea di emergenza 113 alcune telefonate di clienti di un bar della parte bassa città per richiedere l’intervento della Polizia di Stato. I richiedenti lamentavano la presenza di un avventore in evidente stato di ebbrezza che li sta molestando e minacciando immotivatamente. Alla pattuglia delle Volanti giunta sul posto il titolare dell’esercizio commerciale ha raccontato di aver richiesto al cliente molesto di allontanarsi e che per tutta risposta, prima di andarsene, ha ricevuto dallo stesso minacce di aggressione fisica e di danneggiamento del proprio locale.

Sulla base della descrizione fornita dai numerosi testimoni, gli agenti hanno rintracciato l’avventore all’interno di un altro bar nelle adiacenze. Al momento della identificazione, però, è esplosa la reazione dell’uomo, un cittadino rumeno, che non ha esitato a far seguire alle minacce calci e pugni nei confronti degli operatori di polizia e della macchina di servizio.

Dopo aver bloccato l’aggressore gli agenti lo hanno accompagnato in Questura dove lo stesso continua a tenere un comportamento violento. Il quarantatreenne è stato dunque immobilizzato ed arrestato; dovrà rispondere dinanzi all’autorità giudiziaria di oltraggio e resistenza a pubblico ufficiale e rifiuto di fornire le proprie generalità nonché di danneggiamento aggravato. Sottoposto ai rilievi fotosegnaletici è emerso che il cittadino rumeno, con precedenti penali, era già stato fermato dalle Volanti nei giorni scorsi per avere tenuto un comportamento simile.

Menu