Scandalo Tributi Italia, per Frosinone danno di circa 300mila euro

Tributi Italia è la società di riscossione tributi con a capo Giuseppe Saggese che non  ha versato le riscossioni a 400 enti. C’è anche Frosinone nel lungo elenco dei Comuni truffati da Tributi Italia, la società di riscossione dei tributi ormai in amministrazione controllata. Come riporta Il Messaggero di Frosinone in un articolo a firma del direttore Vittorio Buongiorno anche il capoluogo ciociaro è stato beffato. Saggese, 52 anni, nato a Taranto e residente a Rapallo (Genova) è stato arrestato.

Saggese, in particolare, avrebbe personalmente sottratto alla società circa 20 milioni di euro. Il Comune di Frosinone, assicura il sindaco Nicola Ottaviani si costituirà parte civile.  Secondo Il Messaggero il danno per il capoluogo sarebbe marginale: “Ci sono Comuni che per colpa di questo raggiro sono sull’orlo del fallimento – scrive Buongiorno – Frosinone, fortunatamente, ha subito un danno contenuto, nell’ordine di circa 300 mila euro per il mancato versamento di un trimestre dei cosiddetti tributi minori – dalla tarsu, all’Ici. Parliamo di tre anni fa, sotto l’amministrazione guidata da Michele Marini. La concessionaria era l’Ipe, ma venne assorbita dalla Tributi Italia proprio in scadenza dell’appalto”.

 

 

Menu