“Scacco al Re”, inaugurata la mostra contro la violenza sulle donne a Ceprano

Una mostra per far riflettere, per invitare a pensare su un tema, quello della violenza contro le donne, che costituisce uno dei crimini più in crescita e più odiosi della nostra società. Stiamo parlando della mostra “Scacco al Re”, voluta a Ceprano nella sala del Consiglio comunale di via Alfieri. Nei significativi e pregevoli scatti di Emanuela Bracaglia, Donatella, Francati, Bruno Maccotta, Antonio Ridolfi ed Elena Valeri, le immagini che invitano a pensare. Una iniziativa di pregio e di spessore che dimostra ancora una volta l’impegno del sindaco Sorge e della sua giunta nel promuovere cultura, in questo caso la cultura del rispetto.

Presente all’inaugurazione ufficiale della mostra, insieme al Sindaco Sorge, a Lorella  Giannicchi ed a Anna Gallina, membri della locale amministrazione, anche l’assessore provinciale alla cultura Antonio Abbate. “Conoscevo già l’ottima fattura di questa mostra – ha dichiarato l’assessore – per averla ospitata in Provincia in occasione della festa della donna dell’8 marzo scorso. Mi complimento con l’amministrazione comunale di Ceprano che non si è fatta sfuggire l’occasione di ospitarla e di ribadire con forza il messaggio dell’importanza di combattere la violenza sulle donne. Qui, in questo comune, il messaggio ha un valore enorme e significativo perché la squadra di governo vanta tanti volti femminili che si impegnano e lavorano per il bene della comunità. Coinvolgere le donne nell’amministrazione della cosa pubblica è il miglior antidoto a qualsiasi forma di violenza e discriminazione. Di questo va dato merito al sindaco Sorge e gli effetti di una politica rosa si vedono tutti: la comunità di Ceprano cresce, sia culturalmente che socialmente”.

Menu