22 settembre 2013 redazione@ciociaria24.net

Sabato 28 l’assegnazione di 280 borse di studio ottenute con il taglio delle indennità a sindaco e assessori di Frosinone. Ottaviani: “Siamo emozionati”

Il conto alla rovescia è iniziato e manca ormai meno di una settimana all’assegnazione delle borse di studio finanziate con i fondi del progetto “Solidiamo”.  Sabato 28 settembre 2013, infatti, nella splendida cornice della villa comunale, alla presenza di oltre 2.000 persone annunciate tra studenti, familiari, docenti e cittadini, circa 300 giovani frusinati, scelti tra i più meritevoli in base al rendimento scolastico, riceveranno il riconoscimento.

Si tratta di ben 280 borse di studio di cui 80 da 500 euro circa per gli studenti universitari, 100 borse di studio da 200 euro circa per i frequentanti le scuole medie inferiori e 100 borse di studio per alunni di scuola media superiore da 300 euro circa, per un investimento complessivo di circa 90.000 euro sulla cultura e sull’istruzione per i giovani della città di Frosinone.
Gli studenti, in questi giorni, vengono selezionati tra i più meritevoli in base al rendimento scolastico, da parte dei dirigenti scolastici.
Le borse di studio sono finanziate con le somme provenienti dal taglio del 50% delle indennità di sindaco assessori e presidente del consiglio comunale e del gettoni di presenza dei consiglieri comunali.

“Con un pizzico di emozione stiamo contando i giorni che ci separano al 28 settembre, che, senza timore di smentita, possiamo dire essere una data storica per Frosinone. Il progetto “Solidiamo” – ha dichiarato il sindaco Nicola Ottaviani – è stato concepito per rafforzare il valore della solidarietà, aiutando chi si trova in condizioni disagiate e dando uno speciale sostegno alle famiglie, in particolare a quelle numerose, che spesso si trovano a dover affrontare diverse difficoltà, rese talvolta più acute dalla mancanza o dall’insufficienza del lavoro, e vuole contribuire a costruire una società solidale, fondata sulla coesione sociale, che abbia a cuore il futuro delle nuove generazioni. La circostanza, poi, che le borse di studio siano finanziate con il taglio volontario del 50% sulle indennità degli amministratori pubblici comunali è un segnale importante in questo senso.

Con il progetto “FormAzione” (la parte di Solidiamo rivolta ai giovani) l’Amministrazione comunale compie un importante investimento sulla cultura e su quella che sarà la propria classe dirigente del domani”.

Menu