Sabato 11 maggio alle 18 prosegue la rassegna “Douce France” alla Saletta di Frosinone

Dopo un esordio più che positivo con “Liriche francesi” (con il soprano Emanuela Martelli e il pianista Pietro Liberati, meravigliosi interpreti dell’opera e dell’operetta i cui brani rimandavano a una Parigi d’altri tempi, ma sempre affascinante e malinconica), la rassegna “Douce France”, organizzata dall’associazione culturale La Saletta e patrocinata dal comune di Frosinone, assessorato alla cultura (cui ha delega Gianpiero Fabrizi), proseguirà sabato 11 maggio, sempre alle ore 18, con “Saisons – Portraits du cœur”.  Il titolo del concerto di sabato prossimo è tratto dal cd “Saisons” (uscito per la Flipper music) di Paola Massero e Gerardo Iacoucci, contenente 14 brani originali composti dai due artisti.

Ad accompagnare Iacoucci e Massero sul palco della Saletta di viale Matteotti, ci sarà la fisarmonica di Enzo Veddovi, strumento da sempre legato alle raffinate e sognanti atmosfere d’oltralpe.  “I brani scorrono veloci uno dopo l’altro”, ha scritto dell’album Gerlando Gatto, insigne giornalista specializzato in musica jazz, autore e conduttore di numerosi programmi trasmessi da Radio Uno e Rai International, “tutti caratterizzati da una sorta di dolce malinconia, con ritmi diversificati – dal latino al valzer – e con un sound che è tra le peculiarità dell’album. In definitiva, cosa più unica che rara, un disco che, appena finito, ti vien subito voglia di ascoltare una seconda volta”.

“L’idea del disco – ha raccontato Gerardo Iacoucci – nasce sia dal mio amore per la musica francese, sia dall’essere stato un buon fisarmonicista, prima di abbracciare definitivamente il pianoforte. Di qui, abbiamo messo in atto un procedimento a me caro (già realizzato, ad esempio, nel caso del disco realizzato su Lennie Tristano): non volevamo riferirci soltanto alla musica popolare d’oltralpe ma volevamo adattarne gli stilemi a pezzi originali da me composti. Fatta la musica, ci volevano, ovviamente, le parole, e qui è subentrata Paola Massero che alle indubbie doti di vocalist, unisce una genuina sensibilità poetica”. Qualche “indizio” sui protagonisti del concerto di sabato: il maestro Gerardo Iacoucci, pianista, compositore, direttore d’orchestra, musicista e docente di caratura internazionale, vanta collaborazioni con artisti come Lee Konitz, Steve Grossman, Josephine Baker e Domenico Modugno. Paola Massero, cantante ed autrice di testi, ha studiato impostazione vocale con il mezzosoprano Sabrina D’Errico e con il tenore Timothy Martin.

Dal 2011 è la solista del gruppo Isoritmo di Giampaolo Ascolese nel progetto ideato dalla pittrice francese Marie Reine Levrat “Elle, singulière, plurielle” presentato all’Auditorium–Parco della Musica di Roma ed in occasione dell’edizione 2012-13 di Umbria Jazz Winter. Enzo Veddovi si divide tra la musica leggera e il jazz. Tra le sue collaborazioni, spiccano quelle con Ornella Vanoni, Fred Buongusto e, nell’ambito teatrale, con David Riondino. Molto richiesto come sassofonista e fisarmonicista in Italia e all’estero, è titolare della cattedra di sassofono presso il Conservatorio di Pesaro. Raffinato ed emozionante, l’album “Saisons” sarà eseguito dal vivo sabato prossimo alla Saletta di Frosinone e toccherà le corde più segrete del cuore degli amanti della musica. Non solo di quella francese.

Menu