31 dicembre 2015 redazione@ciociaria24.net

Questura di Frosinone: il bilancio dell’attività svolta dalla Polizia nel 2015

Ha avuto luogo oggi in Questura la consueta conferenza stampa di fine anno nel corso della quale il Questore ha illustrato il bilancio dell’attività svolta dalla Polizia di Stato nella provincia di Frosinone nel 2015. E’ stato perseguito l’obbiettivo della sicurezza su vari fronti: quelli della prevenzione e repressione dei reati, della formazione del personale, quelli della promozione della cultura della legalità e della comunicazione.

Nell’ambito della prevenzione e repressione dei reati, oltre all’ordinario dispiegamento delle Volanti della Questura e dei commissariati distaccati di Cassino, Sora e Fiuggi, delle pattuglie della Polizia Stradale, della Postale e della Polfer, sono stati effettuati dei servizi mirati con l’impiego del personale dei Reparti Prevenzione Crimine del Lazio e della Campania che hanno interessato le aree commerciali della provincia, le principali arterie stradali, le zone a rischio microcriminalità e le scuole, al fine di contrastare i reati predatori e lo spaccio di sostanze stupefacenti.
E’ da rilevare che da una analisi dei dati statistici relativi ai delitti denunciati nel corso del 2015 si evidenzia una leggera flessione di furti e rapine, che sono complessivamente diminuiti del 5%.

Nell’ottica di un aumentato impegno nella lotta contro i reati predatori, in relazione alle denunce ricevute e alle indagini svolte, la Polizia di Stato ha assicurato alla giustizia (arrestati e denunciati per furti e rapine) 74 persone ( +17% rispetto al 2014). In particolare, i furti in abitazione segnalati alla Polizia di Stato sono passati dai 240 del 2014 ai 228 del 2015 con una flessione del 5% , mentre i furti presso gli esercizi commerciali sono stati 114 rispetto ai 108 dell’anno precedente, ma le persone assicurate alla giustizia per questi specifici eventi sono state 38 rispetto alle 27 del 2014 ( + 40% ).

Nella provincia di Frosinone nel 2015 sono aumentati i casi di lesioni dolose, percosse, minacce e ingiurie pari al 15% in più rispetto all’anno precedente, ma sono state assicurate alla giustizia 167 persone con un incremento del 7% in confronto al 2014. Sono diminuiti i reati sessuali -71% , i reati di danneggiamento -25% e ricettazione -25%, stazionarie le estorsioni (12 casi) e incendi (5 episodi), ma diminuiscono considerevolmente le truffe e le frodi informatiche (-21%: in tale contesto le indagini in particolare della Polizia Postale hanno consentito di scoprire oltre il 30% degli autori di tali reati, segnalando alla A.G. 32 persone).

Intensa l’attività di contrasto allo spaccio di stupefacenti condotta dagli organi investigativi: sono state arrestate 40 persone (+33% rispetto all’anno precedente) con un consistente aumento della quantità di droga sequestrata: 60 kg di cocaina, 15 kg di hashish e 3,5 kg di marijuana. La Squadra Mobile, inoltre, avvalendosi di una Sezione Specializzata ha curato molteplici indagini concernenti reati che hanno coinvolto donne maltrattate o che hanno subito violenze e che hanno deciso coraggiosamente di segnalare alle autorità di polizia la loro situazione; in tale contesto è stata preziosa la collaborazione professionale della Psicologa della Polizia di Stato che ha seguito, in sicurezza e nella massima salvaguardia della privacy, 35 audizioni protette di donne vittime di maltrattamenti.
Si segnalano, in particolare, le seguenti operazioni: “ Scacco Matto alla Dama Bianca”, “ Sex and the city”, “ Grand Hotel 2”, nonché l’arresto di quattro persone a Cassino per spaccio di droga e quello di due persone a Sora per usura.

Inoltre, a cura della Divisione Polizia Anticrimine, su proposta di tutte le Forze di Polizia operanti nel territorio della provincia, sono state applicate numerose “misure di prevenzione personali”: 754 fogli di via obbligatori ( +7%), 303 avvisi orali ( +18%), oltre 30 misure di sorveglianza nei confronti di pregiudicati e 17 ammonimenti per atti persecutori. La Polizia Scientifica ha proceduto al foto segnalamento di oltre 1500 persone. Sul versante della repressione, le attività investigative condotte dalla Questura hanno permesso di trarre in arresto nel 2015 complessivamente 131 persone, con un incremento pari al 25%, mentre sono stati segnalati alla Autorità Giudiziaria 626 soggetti ( -32% rispetto al 2014).

Per quanto riguarda l’immigrazione, nel 2015 risultano regolarmente presenti sul territorio provinciale 9548 stranieri; sono stati 4969 i permessi di soggiorno rilasciati nell’anno in corso e sono state trattate 261 pratiche di cittadinanza italiana; 61 i decreti di espulsione dal territorio nazionale notificati a stranieri rintracciati o scarcerati.
Particolarmente intensa l’attività di carattere amministrativo curata dalla Divisione Polizia Amministrativa e Sociale e dai Commissariati distaccati di Cassino, Sora e Fiuggi che nel 2015 hanno proceduto al rilascio di 6687 passaporti; sono state rilasciate o rinnovate oltre 5900 licenze porto di fucile uso caccia e uso sportivo e sono state trattate oltre 1100 autorizzazioni amministrative varie, con l’effettuazione di controlli particolarmente accurati soprattutto nell’ambito delle materie esplodenti e delle licenze concernenti i preziosi e le scommesse e i giochi autorizzati.

Nell’anno in esame è stata eccezionalmente impegnativa l’opera condotta dalla Questura per garantire l’ordine pubblico: in collaborazione con le altre Forze di Polizia ed altri Enti sono stati assicurati efficaci servizi per garantire il sereno svolgimento di molteplici manifestazioni sportive, politiche e sindacali con particolare considerazione agli eventi calcistici che vedono la squadra di calcio del Frosinone militare nel massimo campionato. In tale contesto sono stati emessi nel 2015 ben 51 DASPO nei confronti di tifosi violenti, mentre altri 109 provvedimenti di tal tipo sono in fase di perfezionamento nei confronti dei tifosi veronesi che nello scorso novembre si sono resi autori di gravi fatti di violenza in città.

Sul fronte dei Progetti di diffusione della cultura della legalità e della comunicazione, sono stati realizzati in provincia diversi eventi che hanno coinvolto gli studenti, gli anziani, le donne, sensibilizzando tutti sui temi del rispetto contro ogni forma di violenza, di discriminazione e di illegalità, con una particolare sensibilizzazione all’uso consapevole dei “social network”, soprattutto da parte dei più giovani. E’ stata inoltre implementata la pagina Facebook della Questura di Frosinone proprio per consentire una più ampia comunicazione con la cittadinanza e ad oggi si registrano ben 2344 ”likes”.

Intensa anche l’attività delle Specialità della Polizia di Stato presenti in Provincia.

Nel dettaglio:

polizia

polizia resoconto

Menu