Prima Veroli: A riposo sognando i play off (di Gianni Federico)

Veroli – La squadra giallorossa questa settimana osserva il turno di riposo
che a rotazione tutte le altre faranno fino alla fine della regular season, poi
ci sarà la sosta prevista per le feste di Pasqua. Si riposerà anche quel
“killer”, alias I top Jarrius Jackson, Mvp dell’ultima gara contro Scafati
vinta per 85-70 dai laziali, dopo 40′ di basket ad alto livello agonistico e
tecnico. Jarrius dopo aver preso a pugni in faccia la Givova ora è anche più
simpatico ai supporters biancorossi campani che ne hanno apprezzato le gesta,
l’americano di Monroe infatti ha segnato 34 punti con un perfetto 15/15 dalla
linea della carità (la lunetta), facendo segnare a referto un 39 di valutazione
dal campo che solo i grandi campioni riescono a fare, perchè da solo pensate,
ha segnato soltanto 8 punti in meno di valutazione dell’intera squadra di
Scafati .Ma a parte il fenomeno Jarrius che è ripartito alla grande giocando a
livelli di categoria sicuramente superiore, la Prima Veroli ora fa paura non
solo prechè è riuscita a risalire fino all’ottavo posto, dopo essere stata per
mesi relegata nell’inferno dell’ultimo insieme a Sant’Antimo, ma soprattutto
perchè adesso il quintetto di coach Gentile è un’armata gigantesca che fa paura
su tutti i parquet d’Italia, a patto che i giocatori rimangano concentrati come
lo sono adesso. Brkic, che è stato inserito nel quintetto guidato da Sandro
Dell’Agnello in occasione dell’All Star Game di Legadue in programma il 6
aprile a Riccione, è il capo rivolta della rivoluzione giallorossa, insieme al
nazionale Finlandese Gerlad Lee, che ora non è più morbido sotto le plance ma
duro e sicuro. Riccardo Cortese, chiamato a sostituire Bj Elder, che rientrerà
nella gara contro Pistoia, lo ha fatto egregiamente e ora il ragazzo nato a
Cento e figlio d’arte, è uno dei punti di forza della squadra con tanti punti,
anche da tre, nelle mani. Rullo, ancora sotto tono sta riprendendo pian piano
la verve di prima e sarà molto utile nei play off per quei tiri da tre
mortiferi e risolutivi ma anche per la difesa. Marco Ammannato quando entra
dalla panchina da del suo e si affanna per recuperare palloni importanti e fare
assist per i lunghi. Anthony Giovacchini si è presa la responsabilità della
regia e ormai è una sicurezza, dopo l’addio prematuro di Jason Rowe, l’italo-
americano cerca sempre il canestro e distribuisce assist senza guardare in
faccia gli avversari. Martin Colussi e Ivan Gatto purtroppo sembrano essere dei
perfetti fantasmi in campo e per questo i loro minutaggi sono ridotti al
lumicino, Gentile farebbe bene a fare a meno di loro. Se Veroli sta risalendo
le squadre in testa retrocedono e incombe anche la mannaia della Fip su alcune
di loro. Solo reggio Emilia ha un calendario in discesa insieme a Brindisi,
dietro il terzetto di testa. Quella che potrebbe essere penalizzata invece è
Pistoia alla luce delle probabili penalizzazioni sugli adempimenti finanziari.
Gli eventuali problemi accertati fino al 28 febbraio 2012 ricadranno sul
campionato in corso, si rischiano due punti di penalizzazione e le maggiori
indiziate sono Pistoia, Brescia e Sant’Antimo, indirettamente anche Scafati,
visto che Pistoia è una delle squadre che contendono ai campani il primo posto,
ma anche uno dei posti migliori della griglia play off. Tornando alla prima
Veroli il Patron Zeppieri nei giorni scorsi ha dichiarato che la squadra che
aveva immaginato di aver costruito in estate è esattamente quella che sta
vedendo in queste ultime settimane, una delle favorite per la promozione in
serie A. Già, adesso è facile tornatre a parlare di serie A dopo mesi di
oscurantismo, ma la strada è ancora lunga anche se nei play off le altre
squadre non saranno più tanto sicure come all’inizio perchè Veroli è tornata ad
essere lo schiaccia sassi di prima. Appunto, la Prima!

Gianni Federico

Menu