sabato 10 marzo 2012

Premiate Sica e Samira, lettrici più assidue del 2011 della biblioteca comunale di Frosinone

Questa mattina, sabato 10 marzo, la biblioteca comunale di Frosinone ‘Norberto Turriziani’ ha conferito il riconoscimento ai lettori più assidui del 2011. Premiati Samira Trento (categoria junior) e Lorella Sica (categoria junior). Tra i testi più letti dagli utenti della struttura del capoluogo, quello di Giorgio Faletti:’Appunti di un venditore di donne, Dalai 2010′.

L’evento rientra nell’ambito dell’iniziativa ‘Premio al lettore 2011′, ideata dal Sistema bibliotecario e documentario Valle del Sacco ed organizzata da Bibliomania, società per i servizi bibliotecari e culturali.

La cerimonia si è svolta nella sala consiliare del Comune di Frosinone alla presenza di numerosi cittadini, tra cui molti giovani. Sono intervenuti l’assessore comunale alla Cultura, Angelo Pizzutelli, il presidente del Sistema della Valle del Sacco, Danilo Collepardi, e il direttore della biblioteca di Frosinone, nonché referente del progetto, Angelo D’Agostini.

Il primo a prendere la parola è stato l’assessore Pizzutelli il quale, portando i saluti dell’amministrazione comunale ed elogiando gli organizzatori del concorso ha annunciato:<Stiamo raggiungendo un obiettivo importante, quello di spostare la biblioteca in un’altra sede, per renderla fruibile a tutti, eliminando in tal modo le barriere architettoniche. Ma non vogliamo comunque rinunciare agli attuali spazi – ha sottolineato Pizzutelli -. E’ nostra intenzione, infatti, destinarli ad incontri per dibattiti, confronti, magari prendendo spunto per diffondere maggiormente la cultura>. Nelle parole dell’amministratore è emersa anche l’importanza della sinergia tra gli enti, per ottenere buoni risultati, nonostante i tagli che vengono ingiustamente perpetrati nei confronti di attività culturali. Collaborazione necessaria anche tra gli ‘intellettuali’ che contribuiscono a diffondere la cultura con i loro interventi nelle manifestazioni culturali. Pizzutelli ha, pertanto, lanciato un appello in tal senso e ringraziato pubblicamente il prof. Carlino, presente alla cerimonia. Esteso infine un ringraziamento agli utenti che danno vita alla struttura bibliotecaria di Frosinone ed al presidente Collepardi, al direttore D’Agostini ed a tutti i bibliotecari.

<Entrare nella biblioteca di Frosinone (in cui è disponibile un patrimonio di 60mila volumi) significa accedere all’intero Sistema della Valle del Sacco, che comprende 250mila libri catalogati ed altri 100mila da catalogare – ha dichiarato Collepardi -. Un patrimonio di testi, tra l’altro, anche di cultura e storia locale. Attraverso le nostre biblioteche si entra all’interno del sistema nazionale e, quindi, si dispone di milioni e milioni di volumi delle strutture pubbliche del nostro paese>. Il presidente ha poi illustrato il progetto, ricordando inoltre l’appuntamento conclusivo della prima edizione, con l’elezione del vincitore assoluto. Evento  fissato per il 23 aprile a Frosinone. <Abbiamo voluto cambiare l’indirizzo dell’attività culturale, introducendo stimoli e dando un riconoscimento a coloro che sono affezionati alla lettura, che si sono impegnati a leggere, a maneggiare, a sfogliare e, se necessario, ad odorare un libro>.

Dopo gli interventi sono state premiate le due vincitrici, con un attestato e buoni per l’acquisto di libri. E proprio sul fatto che si sono distinte, nuovamente, due donne, il presidente ha sottolineato:<Nel nostro paese il 51% delle appartenenti al gentilsesso dichiara di leggere, contro il 38% degli uomini. Questo dato aumenta, purtroppo, tra i giovani, registrando una forbice di un ulteriore 5%. Resta comunque un riscontro plausibile, perché in tutte le realtà sociali le donne risultano essere più attive degli uomini. Il sesso cosiddetto ‘piu debole’ è maggiormente intraprendente. Un dato positivo perché ci fa capire come l’altra metà del cielo sia una risorsa fondamentale, che andrebbe valorizzata di più>.

Il direttore D’Agostini ha tenuto ad estendere un sentito ringraziamento agli operatori della biblioteca <senza il loro lavoro costante e quotidiano nn saremmo qui>. Plauso alle lettrici Samira Trento e Lorella Sica per aver dimostrano particolare passione ed attaccamento verso la lettura.

PUBBLIREDAZIONALE - Un lavoro costante ed equilibrato svolto per un periodo compreso tra le sei e le otto settimane è in genere ideale per poter recuperare le facoltà motorie e reimpossessarsi della propria quotidianità.

PUBBLIREDAZIONALE - Un punto di riferimento per chi è in cerca di assistenti familiari/badanti. La sede è a Sora in viale S. Domenico n.1