PONTECORVO – Testa di maiale sulla stele che ricorda i soldati franco-marocchini

Una testa di maiale e un sacco di plastica nero sulla cima del cippo di marmo. Così è stata sfregiata la lapide che a Pontecorvo ricorda il luogo dell’eccidio dei militari marocchini. Un gesto d’odio verso le truppe francesi di origine marocchina che nella seconda guerra mondiale violentarono centinaia di donne fra le campagne di Esperia e Pontecorvo e nella Valle del Liri.

Il direttore responsabile di Frosinone 24 – SACHA SIROLLI

Menu