3 febbraio 2013 redazione@ciociaria24.net

Polizia locale in servizio 7 giorni su 7: i risultati dell’attività nel mese di Gennaio 2013

Con il nuovo anno la polizia locale di Frosinone ha riorganizzato i propri servizi creando una struttura più snella che consente un maggior impiego di personale da dedicare all’attività operativa sul territorio. Tale organizzazione, resasi necessaria anche grazie alla strutturale carenza di organico, sta dando i primi importanti risultati.

Le novità di rilievo sono il nuovo orario di servizio, più flessibile, 7 giorni su 7, con orari che possono coprire fasce orarie più lunghe, soprattutto nel periodo estivo. “L’obiettivo di essere più vicini alle problematiche del cittadino – dichiara il comandante della Polizia Locale di Frosinone, Col. Carlo del Piano – lo si può realizzare proprio partendo da una razionalizzazione delle risorse a disposizione che sono, sì poche, ma qualificate”.

Il dialogo con i cittadini ha iniziato a produrre i suoi primi frutti, sperimentali, in alcuni casi, rappresentando un segnale importante di concretezza da parte dell’Amministrazione Comunale. L’ufficio viabilità, su impulso dell’Assessore alla Polizia Locale, Ing. Sandro Blasi, e sentite le associazioni cittadine, ha ridefinito la viabilità del quartiere scalo. In particolare, IN VIA SPERIMENTALE:

– si è istituito il senso unico in via Vivaldi, tratto di strada luogo di numerosi incidenti stradali tra i quali uno con vittima un bambino;

– si sta istituendo un divieto di transito per autocarri e bus in via Mascagni, nel tratto compreso tra piazza Pertini e via Don Minzoni;

– si è istituito un ulteriore parcheggio disabili in via Monteverdi, nonchè due posti a disco orario adiacenti un laboratorio di analisi;

– è in corso l’istituzione di una circolazione canalizzata in via don Minzoni, imbuto spesso causa di blocchi del traffico;

– si sta ridefinendo la viabilità di via P.L. da Palestrina, nel tratto dell’intersezione con l’uscita del sottopasso ferroviario, in particolare verrà posizionato un limite di velocità di 30 km/h ed un nuovo, ulteriore, attraversamento pedonale.

“Il Comando di Polizia Locale – prosegue il Col. del Piano – in seguito ad istanza di un comitato cittadino, sta lavorando ad uno studio sulla viabilità che riguarda il Quartiere Cavoni, lavoro che si concretizzerà a breve con provvedimenti di competenza e segnalazioni agli uffici tecnici del Comune. Si stanno, inoltre elaborando nuove forme di viabilità sperimentale da realizzare in altre zone della città al fine di decongestionare il traffico”.

La maggiore presenza sul territorio ha poi prodotto, anche dal punto di vista operativo, risultati significativi da un lato, ma che denotano, dall’altro una mancanza di rispetto delle regole, in generale. Gli operatori impegnati in servizi di viabilità hanno accertato, nel periodo di cui trattasi circa, 1.600 verbali per violazioni al Codice della Strada .Tra queste le più ricorrenti riguardano il divieto di sosta, soste in aree riservate a disabili , minorenni senza cinture, guida con cellulare, ecc…

Le pattuglie dedite al servizio di infortunistica stradale hanno rilevato n. 16 incidenti, di cui n. 6 con feriti (persone coinvolte 38, 9 ferite e 27 illese). Causa degli incidenti sono spesso uso di alcool o distrazioni dovute all’uso del telefono cellulare. Nel prossimo mese inizieranno dei controlli settoriali, anche utilizzando il nuovo etilometro appena acquistato, finalizzati a controllare capillarmente il nostro territorio. Maggiore presenza e maggior controllo, quindi, per prevenire ogni forma di illegalità.

Come ogni anno è stato avviato il servizio di educazione stradale presso numerose scuole elementari e medie in collaborazione con l’Associazione Italiana Familiari e Vittime della Strada, nei quali i ragazzi vengono educati a rispettare l’ambiente in cui vivono, e le norme in materia di codice stradale.

Tra i servizi più eclatanti, il nucleo di Polizia Giudiziaria ha effettuato, tra gli altri, 3 arresti e 4 denunce:

– due arresti per il reato di sequestro di persona, tentato omicidio e tentata estorsione;

– un arresto per resistenza e oltraggio a pubblico ufficiale;

– una denuncia per ingiuria aggravata, oltraggio al Corpo;

– una denuncia per violazione degli obblighi di soggiorno;

– una denuncia per inottemperanza ad ordinanza relativa a inquinamento acustico.

Lo stesso nucleo ha provveduto a denunciare gli occupanti abusivi di un alloggio di proprietà comunale (locali ex ECA). Il nucleo edilizia ed ambiente ha proceduto a 15 sopralluoghi da cui sono scaturite 4 informative di reato ed un sequestro preventivo. Tra i sopralluoghi effettuati risulta particolarmente significativa l’attività svolta su delega della Procura della Repubblica di Frosinone, effettuata presso 13 unità immobiliari, a seguito della quale sono emersi illeciti per i quali si sta procedendo penalmente (cambi di destinazione d’uso). Gli addetti al servizio informazioni e notifiche ha proceduto ad effettuare n. 120 notifiche e 150 accertamenti anagrafici.

Gli addetti al servizio di polizia amministrativa stanno verificando, a seguito di esposto, il rispetto di tutte le normative vigenti in materia da parte dei titolari di autorizzazione per noleggio con conducente e servizio di piazza (taxi), oltre i normali servizi di controllo presso esercizi commerciali e mercati. “Le attività espletate – conclude il Col. Carlo del Piano – sono numerosissime e richiedono un grande sacrificio da parte di tutti. Se tutti rispettassero le regole, il nostro lavoro potrebbe essere facilitato e ci consentirebbe di dedicarci ancora di più alle esigenze dei cittadini.

Chi rispetta le regole ama la propria città e noi vorremmo una cittadina di innamorati di Frosinone, in cui ognuno prima di gettare un rifiuto in aree non consentite, di lasciare in giro i bisogni del proprio animale, di parcheggiare al posto di un disabile o su un marciapiede riflettesse che non è corretto e che non sta dando un buon esempio ai propri figli. Ho molto apprezzato in questo mese dall’assunzione del mio Comando i consigli di onesti cittadini che si sono confrontati con noi su tematiche relative al territorio, o che hanno collaborato, dando prova di altissimo senso civico, per aiutarci a reprimere reati. Sono loro che ci aiutano a credere che ciò che facciamo è giusto e che bisogna continuare su questa strada.

Il nostro Sindaco ci sostiene quotidianamente, seguendo ogni nostra attività e impartendo direttive e suggerimenti utili per rendere la nostra città migliore. Il rispetto lo si ha anche quando si fornisce un’informazione corretta al cittadino, comunicando dati che sono stati riscontrati e che corrispondano a verità. La cattiva informazione, non porta da nessuna parte. Concludo dicendo che il nostro compito è quello di essere al servizio del cittadino, lontani da sterili polemiche che, spesso, ci vedono coinvolti, nostro malgrado. Non è nostro compito replicare ad accuse senza fondamento ma lavorare quotidianamente, affianco ai cittadini, per il rispetto del nostro territorio, dal punto di vista ambientale e comportamentale”.

Menu