25 settembre 2013 redazione@ciociaria24.net

Polizia Locale di Frosinone: giro di vite sull’educazione stradale

Il comandante della Polizia Locale, Colonnello Carlo Del Piano, in una nota evidenzia le attività portate avanti in questi ultimi tempi. “L’entrata in vigore del decreto legge numero 69, datato 21 giugno 2013, meglio conosciuto come “decreto del fare”, ha riscontrato un alto indice di gradimento da parte dei cittadini, che nel corso dell’ultimo mese hanno deciso di approfittare della grande possibilità di pagare le multe ”a saldo”.

Ricordiamo infatti che l’introduzione della suddetta legge ha profondamente modificato ed integrato l’art 202 del Codice della strada, introducendo la possibilità di ridurre del 30% le sanzioni amministrative per molte violazioni del medesimo. La novità consiste dunque nella possibilità per le violazioni al codice della strada per le quali è prevista una sanzione amministrativa pecuniaria, per il trasgressore o l’obbligato in solido, di pagare una somma pari al minimo fissata dalle singole norme ridotta del 30% , se il pagamento della sanzione è effettuato entro cinque giorni dalla contestazione o dalla notificazione del verbale.

Tale riduzione non si applica:

  • Alle violazioni della disciplina giuridica della circolazione stradale, cd. Complementare, non compresa nel Codice della strada, salvo che non vi sia in tali norme espresso rinvio alle disposizioni del Titolo VI del Codice della strada (es; D.Lvo nr 144, 4 agosto 2008, L.727 , 13 nov 1978;
  • A tutte le violazioni per le quali il pagamento in misura ridotta non è consentito( art 202, commi 3 e 3 bis Codice della strada);
  • Alle violazioni del Codice della strada per cui è prevista la sanzione accessoria della confisca del veicolo, ai sensi dell’art 210, comma 3 Codice della strada o la sanzione amministrativa accessoria della sospensione della patente di guida.

Infine deve ritenersi ammesso al beneficio chiunque può ancora, utilmente, effettuare il pagamento in misura agevolata alla data di entrata in vigore della presente legge, non essendo trascorsi cinque giorni dalla contestazione o dalla notificazione, senza che a tale fine sia necessario effettuare una nuova notifica del verbale. Dall’entrata in vigore del presente decreto le entrate del Comune di Frosinone per pagamenti con riduzione del 30% sono aumentate di circa il 60%.

Ovviamente gli importi sono ridotti ma i contravvenzionati sono propensi a chiudere velocemente il loro debito senza perdere tempo, spesso, in lunghi ed inutili contenziosi che costano sacrifici sia in termini di tempo che di cassa. La polizia locale ha inoltre avviato una serie di attività in ossequio al rispetto dell’Ordinanza comunale numero 419/2009 che ha per oggetto “raccolta differenziata di rifiuti derivanti dalle utenze domestiche e non domestiche”. I controlli attivati unitamente alla ditta Sangalli stanno già producendo notevoli risultati con decine di utenti, provenienti dai paesi confinanti, sorpresi a scaricare i loro rifiuti nei cassonetti del nostro Comune. La sanzione, per chi viene sorpreso a gettare rifiuti nei nostri cassonetti è di 50 euro ed un invito a conferire i rifiuti presso i loro Comuni. Le attività proseguiranno con l’intento di scoraggiare i malintenzionati ed incoraggiarli a rispettare le norme.

Continuano infine serrati i controlli con l’utilizzo dell’autovelox, anche questi con scopi prettamente preventivi. I risultati sono soddisfacenti in quanto gli utenti sono incoraggiati a rallentare e noi speriamo anche a riflettere sull’importanza di rispettare i limiti di velocità su strade urbane che vengono, spesso, scambiate per vere e propri autodromi.

Numerose altre infrazioni sono state rilevate e verbalizzate nel corso dei numerosi controlli, di utenti che girano con mezzi non assicurati e senza patente. Le operazioni di controllo proseguiranno senza sosta accanto ai numerosissimi altri impegni, a cominciare dalla vigilanza la mattina presso gli incroci e le scuole al fine di garantire a tutti le migliori condizioni per una viabilità sicura.

Si ribadisce che l’educazione stradale è un valore fondamentale per chi decide di mettersi alla guida di un mezzo per evitare quegli episodi che siamo abituati, sempre più frequentemente, ad ascoltare nei telegiornali di persone che feriscono o uccidono innocenti che, poi, magari, non vengono neanche risarciti”.

Menu