Poi ci lamentiamo se a 18 anni i ragazzi scappano via da Frosinone e provincia…

Come possiamo pretendere che amino la loro terra in futuro se li trattiamo così?

Questa la sintesi di uno sfogo inviato stamane via mail da una giovane studentessa alla nostra redazione.

«Salve, sono una ragazza dell’istituto agrario di Frosinone. Abbiamo un edificio scolastico “vecchio” dove conviviamo perennemente con dei gravi problemi, come ad esempio le infiltrazioni di acqua sia dal soffitto che dal pavimento (di conseguenza muffa ovunque).

Potrei continuare per ore ad elencare tutti i problemi, ma preferisco arrivare al dunque: è stata costruita una nuova struttura scolastica a metà, in quanto i lavori sono attualmente fermi bloccati, con conseguenti danni per noi studenti che da anni aspettiamo un tetto sicuro dove stare.

Non finisce qui: da giugno la Provincia promette, ma arrivati al 9 agosto nella nuova struttura ancora non è stata fatta la pavimentazione: siamo veramente stanchi di tutto questo! Ci chiediamo: dove passeremo il prossimo anno? Se chi di dovere leggerà questo breve testo, si renda conto della situazione. Come si possono dormire sonni tranquilli sapendo in che razza di condizioni si si trovano tanti ragazzi in una scuola pubblica?».

Menu