lunedì 8 agosto 2016 redazione@frosinone24.com

Pizzutelli perora la causa del Comprensivo I di Frosinone, prossimo a dover fare le valigie

Riceviamo e pubblichiamo il seguente comunicato stampa contenente alcune dichiarazioni del consigliere comunale di Frosinone, Angelo Pizzutelli.

«“La determina dirigenziale del 2 agosto scorso dimostra l’avventatezza orba con la quale questa Amministrazione è solita muoversi e per la quale dovrebbe motivare le ragioni delle proprie decisioni e poi scusarsi con il corpo docente e i genitori dei bambini dell’Istituto I Comprensivo di Frosinone”

Così, dai banchi dell’opposizione in Comune, il Consigliere Angelo Pizzutelli sollecita la Giunta Ottaviani a vagliare le conseguenze che potrebbe avere l’esecuzione dell’atto che stabilisce il trasferimento della scuola d’infanzia “Gianni Rodari” ora ospitata in via Grappelli, presso i locali dell’ex asilo nido “Biancaneve” . E lo fa dopo aver raccolto le testimonianze degli insegnanti, principalmente, della scuola prossima a dover traslocare, che definiscono senza mezzi termini in una nota, la scelta “pregiudizievole per il mantenimento e la crescita futura dell’Istituzione scolastica”.

“Che dire? – spiega Pizzutelli – E’ stata data un’altra volta l’estrema unzione al buon senso e all’obiettività, visto che il Comune si farà carico di una spesa di 3000 euro, come indicato nel documento della scuola, per eseguire i lavori di ristrutturazione di edifici non molto distanti e al contempo totalmente inutili. Come se non bastasse, la decisione pare scaturire dalla necessità di consentire l’inserimento di tre classi delle Medie come ampliamento dell’offerta formativa relativa al IV Istituto Comprensivo, ma il Consiglio d’Istituto del I Comprensivo sostiene di disporre in sede di tre aule già perfettamente agibili e pronte ad accogliere gli alunni. E allora mi chiedo, peccando probabilmente di sufficiente senso logico, perché accollarsi spese superflue quando di spazio e alunni in via Grappelli ce ne sono? Ben venga allora l’esortazione del corpo docente alla verifica numerica degli iscritti del IV Comprensivo, affinché la distribuzione degli alunni sia omogenea in tutto il territorio comunale. Sarà questo, per quanto mi riguarda, argomento di chiarimento con il Preside domani stesso (martedì per chi legge), insieme, suppongo, a tante altre questioni che mi inducono a non vederci affatto chiaro”».

DOPO AVER LETTO QUESTO ARTICOLO MI SENTO
  • INDIGNATO
  • TRISTE
  • INDIFFERENTE
  • ALLEGRO
  • SODDISFATTO
VUOI ESSERE SEMPRE AGGIORNATO?
Per ricevere le nostre notizie su smartphone o tablet: clicca qui e scarica la nostra App gratuita
I PIU' LETTI DELLA SETTIMANA