Ottaviani: “Dignità alle periferie urbane”

 

“Ridare dignità alle nostre periferie”. E’ questo il fermo intento di Nicola Ottaviani, candidato a sindaco al Comune di Frosinone nella prossima tornata elettorale del 6 e 7 maggio.

“Per troppi anni – continua Ottaviani – quartieri come Maniano, San Liberatore, Forcella, Colle Timio e così via sono stati abbandonati a se stessi, tanto che in troppe strade mancano anche i servizi primari. Un segnale, tra i tanti, evidente dell’indifferenza con cui vengono trattati i residenti di questi quartieri può essere, ad esempio, rinvenuto nella mancata rimozione delle luminarie di Natale, che al 25 aprile, sono ancora al loro posto e soprattutto entrano in funzione la sera con spreco inutile di energia elettrica a carico della comunità. Nell’appuntamento di sabato prossimo in Largo Turriziani con ‘Ascolta la Piazza’, incontreremo tutti i cittadini del centro storico e soprattutto quelli della periferia alta, per illustrare loro le nostre idee per la valorizzazione di queste zone e per raccogliere ulteriori suggerimenti e proposte”.

“Abbiamo in mente – argomenta Ottaviani – la realizzazione di piccole piazze di quartiere, con arredo urbano, che diventino centri di aggregazione della zona, ove organizzare manifestazioni culturali e popolari, così come abbiamo in programma la realizzazione di strutture sportive sempre per ogni quartiere. Si dovrà, poi, procedere alla riapertura della scuola dell’infanzia di Maniano; alla messa in sicurezza delle strade dei quartieri di periferia, così come andrà rifatto il manto stradale, e realizzata un’adeguata segnaletica verticale ed orizzontale. L’ampliamento della linea d’illuminazione pubblica della zona e la realizzazione di marciapiedi saranno, poi, altre opere fondamentali da mettere in cantiere”.

“Maggiore considerazione – conclude Ottaviani – e impegni concreti per i concittadini residenti nei quartieri della periferia, che hanno dignità pari a quella delle altre zone più centrali di Frosinone, saranno i punti fermi della nostra azione politica”.

Menu