mercoledì 24 luglio 2013

Orate “killer” fanno strage di cozze nel Golfo di Gaeta. Aperta la pesca

Tutti i buongustai conoscono bene le “Cozze di Gaeta”, prodotto ittico gettonatissimo tra le varie pietanze marine proposte nei ristoranti della splendida cittadina tirrenica e non solo. Con la pasta o nel sautè, le cozze di Gaeta rapiscono il cuore serbando sempre una sorpresa in concomitanza con la fine del piatto: quel sughetto irresistibile che chiama a gran voce la fetta di pane. Ebbene, ora sono in pericolo a causa dell’attacco frontale sferratogli contro dalle orate, pesce osseo con dentatura micidiale, particolarmente buono se cucinato al forno.

Le orate sono ghiotte di cozze, vongole e granchi. Ebbene, quale posto migliore del Golfo di Gaeta per fare una bella scorpacciata, pieno com’è di allevamenti di mitili? Gli allevatori ovviamente non la pensano allo stesso modo ed hanno deciso di mettere in atto una feroce controffensiva chiedendo supporto alla Capitaneria di Porto di Gaeta. Che per rimediare alla “strage” di cozze, come riportato da ilmessaggero.it, ha pensato di aprire la pesca proprio alle pregiate orate.