24 gennaio 2013 redazione@ciociaria24.net

Obiettivo sicurezza, controlli a tappetto nel capoluogo. Due persone arrestate e tre denunciate

Senza sosta prosegue l’attività della Polizia di Stato per innalzare il livello di sicurezza contrastando l’attività delittuosa ed in particolare i reati predatori. La predisposizione di servizi di controllo del territorio congiunti con l’Arma dei Carabinieri, Polizia Stradale  e pattuglie del Reparto Prevenzione Crimine Lazio,  arrivate dalla Capitale,  ha consentito l’identificazione di 560 persone, la verifica di 330 veicoli; 74 invece le contravvenzioni al codice della strada elevate.

La massiccia presenza di Forze dell’Ordine sul territorio ha consentito di dare un duro colpo al compimento, in particolare, di reati predatori: due le persone arrestate dall’Ufficio Volanti e tre denunciate dalla Polizia Stradale. Una pattuglia delle Volanti ha  bloccato nella notte due giovani cittadini rumeni mentre si allontanavano dall’area interporto di Frosinone dopo aver rubato due veicoli di servizio ad un centro sociale per l’assistenza di minori disabili.

Ad incastrare i due ladri  il ritrovamento delle chiavi di uno dei mezzi rubati all’interno della loro macchina, sottratte poco prima dai locali della stessa cooperativa sociale, dopo averli messi in totale soqquadro. Sono in corso ulteriori accertamenti per verificare l’eventuale responsabilità dei due rumeni in merito al furto di carburante avvenuto la notte scorsa presso una società di trasporto.

Personale della Polizia Stradale ha invece denunciato a piede libero tre ragazzi di origine slava, due donne ed un uomo, poiché nel corso di un controllo sono stati trovati in possesso di arnesi atti allo scasso. Il conducente è stato anche denunciato per aver esibito un tagliando assicurativo falso dell’auto sulla quale era a bordo.

 

Sempre una pattuglia delle Volanti ha arrestato un giovane ventiseienne di Monte San Giovanni Campano per resistenza e lesioni a Pubblico Ufficale.

Il ragazzo, nel pomeriggio di ieri, alla vista dell’auto della Polizia è fuggito a grande velocità.

 

Gli agenti grazie all’ausilio di altre pattuglie, sono riusciti a bloccare il fuggitivo che, in evidente stato di alterazione psicofisica, non ha esitato ad aggredirli procurando delle lesioni ad uno dei poliziotti.

 

Accertamenti sanitari sul giovane hanno consentito di appurare che il ragazzo aveva assunto sostanze stupefacenti del tipo crack, fatto avvalorato dal rinvenimento nella sua auto di strumenti tipici per il consumo di quel tipo di droga.

Menu