2 novembre 2012 redazione@ciociaria24.net

Nuove Province: per LATINA-FROSINONE capoluogo in bilico. Forse sarebbe più giusto toglierle tutte

Nell’elenco delle nuove province pubblicato stamane sul Corriere della Sera si può osservare un particolare alquanto indicativo: tutti i nuovi capoluoghi sono indicati in grassetto, eccetto due-tre casi ancora in bilico tra cui quello di Latina-Frosinone. Nella nascitura provincia del Lazio Meridionale (o Lazio Sud, oppure ancora Basso Lazio), la partita è dunque ancora aperta.

Spetterà alla classe politica locale far valere le proprie ragioni, che dovranno portare quantomeno ad una equa suddivisione delle istituzioni (Asl, Prefettura, ecc). E anche se i pontini sono in vantaggio per il numero di abitanti di Latina, 120 mila, bisognerà tener conto anche di chi, con la nuova ripartizione territoriale, si troverà lontano oltre 100 km dal capoluogo, alias da tutti gli uffici più importanti dell’ente .

Una soluzione equa per tutti, in realtà, ci sarebbe: eliminare tutte le province e dare più potere ai Comuni, anche perché con i mezzi tecnologici odierni è un gioco da ragazzi comunicare direttamente con i ministeri. In questo modo si eviterebbero tutte quelle questioni di campanlismo che tanto hanno fatto discutere negli ultimi giorni; perché è impensabile, tanto per dirne una, che i barlettani diventino improvvisamente foggiani. Ancora meglio sarebbe scegliere tra Regioni o Province, visto che fino al 1970 le prime non esistevano e, a quanto pare, non si viveva poi così male.

In ogni caso le teste dure della politica devono capire che nell’era di Facebook,  Twitter, ecc, con i cittadini che riescono a comunicare direttamemte con deputati, senatori presidenti, ministri ecc, la figura del consigliere provinciale (e probabilmente anche quella del consigliere regionale) non serve praticamente a niente. E’ ora che i soldi delle tasse gentilmente pagate dal popolo vengano reinvestiti in strade, ferrovie, autobus pubblici, salvaguardia dell’ambiente, ospedali, ecc.: non certo in poltrone-parcheggio per rappresentanti di provincia o regione il cui peso politico a Roma è prossimo allo zero.

Redazione Frosinone24

Menu