lunedì 12 ottobre 2015

“Non aprite quella porta” in versione ciociara con protagonista un 35enne ubriacone

La Polizia di Stato questa mattina ha messo la parola fine ad otto lunghi mesi di minacce e violenze perpetrate a Fiuggi da un figlio nei confronti dei propri genitori. Il 35enne, dedito all’abuso di bevande alcoliche, aveva reso la vita dei congiunti un “inferno”.

Tra i vari episodi denunciati dagli anziani genitori due particolarmente gravi ed emblematici di  quanto stessero subendo. In un’occasione erano stati infatti minacciati di morte dal congiunto con una motosega accesa mentre in un’altra circostanza brandendo una roncola.

Oggi, gli agenti del Commissariato di Fiuggi hanno eseguito un ordine di carcerazione emesso dal G.I.P. di Frosinone nei confronti del trentacinquenne, scaturito proprio dai riscontri investigativi della stessa polizia giudiziaria fiuggina. L’uomo associato presso il carcere di Frosinone dovrà rispondere dinanzi all’Autorità Giudiziaria dei reati di maltrattamenti in famiglia, lesioni aggravate e minaccia grave.