6 febbraio 2014 redazione@ciociaria24.net

NO CONSIGLI COMUNALI. IACOVISSI-CALICCHIA: “I Socialisti daranno la parola ai cittadini”

“No Consigli comunali a Frosinone? Daremo noi la parola ai cittadini per dibattere dei loro problemi”.

È quanto si legge in una nota a firma del segretario cittadino PSI, Vincenzo Iacovissi, e del capogruppo consiliare, Massimo Calicchia, a seguito della decisione di non svolgere la seduta del Consiglio comunale per mancanza di argomenti da trattare.

“E’ veramente singolare – dichiarano i due esponenti socialisti – constatare come una città capoluogo non possa trovare nella massima assise rappresentativa il luogo di discussione, sintesi e soluzione delle sue problematiche. E tutto ciò per un evidente deficit di iniziativa dell’attuale Giunta. Non si può motivare la scelta di non convocare il Consiglio comunale con la mancanza di pratiche da esaminare, senza incorrere in una banale conclusione: il governo della città non ha una visione della città stessa da portare all’attenzione dei cittadini. E, peraltro, tale impasse si verifica proprio in uno dei momenti più delicati della storia del nostro capoluogo, con molte emergenze sociali, occupazionali e infrastrutturali da affrontare e con risposte da fornire in modo rapido ed adeguato”.

“Se si aggiunge il sostanziale blocco delle attività delle Commissioni consiliari – prosegue la nota – il quadro che ne deriva è estremamente preoccupante. Pertanto, anche in considerazione dell’assenza degli organi istituzionali preposti, i socialisti di Frosinone promuoveranno, a breve, una serie di incontri pubblici, nel corso dei quali saranno portati all’attenzione dei cittadini le principali criticità per trovare, assieme, ipotesi di soluzione. Saranno appuntamenti a tema, preventivamente comunicati alla città per favorire la massima partecipazione”.

“Ci auguriamo, comunque – concludono Iacovissi e Calicchia – che venga al più presto restituito agli organi elettivi il loro ruolo, riconoscendo dignità ai rappresentanti dei cittadini. Vigileremo molto attentamente, quindi, sull’atteggiamento che la maggioranza vorrà assumere a questo riguardo”.

Menu