“Mille occhi sulla città”: in cattedra la Questura di Frosinone

Nel pomeriggio di ieri si è tenuto in Questura il secondo ciclo di formazione ed aggiornamento rivolto alle Guardie Particolari Giurate, dipendenti degli Istituti di Vigilanza della Provincia di Frosinone. Il corso rientra tra le attività previste dal protocollo d’Intesa “Mille occhi sulla città”, stilato in Prefettura tra le Forze di Polizia e gli istituti di vigilanza privata del frusinate. Lo scopo è quello di coinvolgere nell’attività di prevenzione la vigilanza privata attraverso un’attività di informazione a loro rivolta e di scambio di flussi informativi che consenta di offrire maggiore sicurezza ai cittadini.

A salire in cattedra il Dirigente della Divisione Polizia Amministrativa e Sociale D.ssa Antonella Chiapparelli, coadiuvata dal Sostituto Commissario Aurelio Spaziani e dall’Ispettore Capo Roberto Donatelli. Tra i temi trattati, i principi giuridici che qualificano l’attività svolta dalle guardie particolari giurate nell’ambito della tutela della sicurezza pubblica, le normative su cui si fonda la legittimità giuridica della sicurezza privata, sia in ambito amministrativo che penale ed il ruolo di vigilanza e di controllo svolto dal Questore al riguardo.

Sono state altresì affrontate le problematiche sulle modalità operative con le quali il rapporto di collaborazione, in attuazione del protocollo d’intesa, viene svolto nel quotidiano, nonché i rapporti con la Sala Operativa della Questura e con quelle delle altre Forze di Polizia della provincia.

Da ultimo si è argomentato sulle norme penali che disciplinano l’uso legittimo delle armi, l’eccesso colposo, la legittima difesa, nonché esposte le tecniche di manipolazione dell’arma ed accenni sull’ utilizzo della stessa in situazioni di controllo del territorio e servizi di scorta valori con particolare riferimento alla tutela personale. Alla luce del positivo riscontro avuto dai circa 60 vigilanti presenti, saranno pianificati dalla Questura ulteriori incontri nei prossimi mesi.

Menu