Matteo Renzi a Frosinone: jeans, camicia, ma soprattutto capelli scuri… [Fotogallery by LR Photoagency]

Diciamoci la verità: noi italiani non siamo abituati a veder salire sul palco un politico trentenne in jeans e camicia, ma soprattutto con i capelli neri, che parla in tono confidenziale come noi comuni mortali siamo soliti fare sul bus o in ufficio. Matteo Renzi, pur considerando tutte le incognite del caso, riconducibili prevalentemente ad una comprensibile scarsa esperienza riguardante il funzionamento dei palazzi romani (persino un quasi sessantenne Berlusconi, nel ’94, chiese lumi sulla questione a Gianni Letta), ha affascinato la platea presente ieri pomeriggio presso il Multisala Sisto.

Il “Rottamatore” ha parlato molto di taglio di deputati, senatori, consiglieri, ecc.: praticamente l’unico argomento che l’elettorato, a qualsiasi sponda esso appartenga, è disposto ad ascoltare in questi mesi. Si è soffermato poi sulle pensioni, soprattutto quelle d’oro, assegnate a politici che poi vengono a parlarci di riforma delle stesse, e via dicendo. Ancora, ha descritto, con l’ausilio di contributi video, i suoi rapporti con il resto del centro-sinistra da cui è stato praticamente definito una “pecora nera”, in quanto lontano dalla tradizione e soprattutto dal modus vivendi et operandi di quella fazione politica.

Insomma: il giovane Matteo è stato complessivamente convincente perché ha affrontato tipici argomenti da sondaggio, ossia che interessano l’opinione pubblica. Tuttavia, dovendo vestire i panni di avvocati del diavolo, siamo obbligati a formulare tre questiti. Primo: riuscirà Renzi, nel caso di vittoria alle primarie, a godere dell’appoggio di tutto il centro-sinistra? Secondo: sarà in grado il “ragazzo di Firenze” di dare una sforbiciata, qualora la Spending Review non si traducesse totalmente in realtà entro Aprile 2013 (perché in caso contrario avrebbe già pensato Monti a darci ciò che promette il sindaco di Firenze), agli sprechi che soffocano l’Italia? Terzo: quando avrà anche lui cinquant’anni, avrà il coraggio di farsi da parte per dare spazio ai Renzi del futuro? Lo scopriremo solo se il popolo, nonostante la miriade di ostacoli che il “Rottamatore” incontrerà sulla strada che conduce a Palazzo Chigi, gli darà un’occasione per misurarsi.

Redazione Frosinone24
Fotografie a cura di Luca Rea (LR PHOTOAGENCY)

[nggallery id=33]

Menu