Mastrobuono saluta Frosinone e provincia e se ne torna a Roma

«È per me davvero un onore aver ricevuto dal Presidente Zingaretti la proposta di dirigere l’Istituto Nazionale per le Malattie Infettive ʺ Lazzaro Spallanzani ʺ, una Istituzione di così alto profilo assistenziale, scientifico e di ricerca». Sono le prime espressioni di commento della Prof.ssa Isabella Mastrobuono rilasciate a caldo subito dopo aver ricevuto la proposta del Presidente della Regione Lazio on. Nicola Zingaretti.

«Mi avvicino a questo incarico con umiltà e senso del dovere, nella consapevolezza della responsabilità di dirigere una Struttura unica nel suo genere e di così elevato rilievo sull’onda del mio maestro, il Prof. Elio Guzzanti». In questo importante momento, che vede accrescere ancor più il proprio curriculum professionale, non poteva mancare il pensiero ad una figura di scienza di così grande levatura come Elio Guzzanti.

«Per un allievo di un Maestro di così ineguagliabile spessore non poteva esservi un regalo più grande e cercherò nel nuovo incarico di seguirne le orme mettendo tutto l’impegno possibile. Per questo ʺdonoʺ ringrazio il Presidente Zingaretti e coloro che presso il Ministero della Salute hanno condiviso la scelta».

Sin qui il commento del Direttore Generale della ASL che, pur in un momento così importante, non ha distolto lo sguardo dal suo attuale incarico a Frosinone. «L’esperienza sul territorio frusinate, così ampio ed articolato, ha costituito per me un’occasione straordinaria di ulteriore crescita personale e professionale. Credo di aver svolto un lavoro – ponendo le basi per un servizio sanitario provinciale più adeguato e sostenibile – i cui frutti si potranno vedere a breve. Sono stati 18 mesi intensi e particolari, coincidenti con un periodo di svolta, riorganizzazione ed innovazione che mi hanno molto impegnata e per i quali ho chiesto ed ottenuto collaborazioni instancabili ed appassionate per il territorio ».

Menu