sabato 10 agosto 2013

Marina Kovari su Multiservizi: “Spettacolo tristissimo. La Delibera 374 mette nero su bianco le fandonie dei delegati del Sindaco”

“Tristissimo lo spettacolo a cui ho assistito ieri, al termine della ennesima riunione sulla vertenza Multiservizi. Nella piazza della Prefettura i lavoratori hanno chiesto a gran voce l’impegno concreto del Comune di Frosinone a risolvere lo stallo provocato dai suoi continui cambi umorali. Ma il consigliere Piacentini si è dato alla fuga, come un ladruncolo colto sul fatto, sgattaiolando per le scale a testa bassa. Un altro no schiacciante è arrivato sul tavolo delle trattative: il Sindaco Ottaviani, sebbene contumace, si è trincerato dietro un muro di scartoffie.”

Non usa mezze misure Marina Kovari per esprimere il suo disappunto relativamente alla vicenda che interessa 90 ex dipendenti della Multiservizi. Una questione che, a suo parere, rappresenta lo specchio del governo Ottaviani: “Stiamo assistendo al declino della destra frusinate – dichiara l’esponente frusinate di SEL. Il comportamento di Ottaviani non fa che incancrenire il rapporto tra cittadini e municipio e fa apparire gli eventi estivi organizzati fin’ora, fiore all’occhiello di questa Amministrazione, come una foglia di fico per nascondere l’incapacità di rispondere alle domande concrete della città, per primi dei lavoratori. La riflessione – incalza Kovari – è politica: che progetto intende realizzare, quali gli strumenti che intende adottare per circoscrivere la fase di estrema crisi in cui versiamo? La vicenda della Multiservizi mette a nudo i limiti del suo agire: nessuna visione per il futuro, nemmeno i cantieri e le grandi opere paventati dal suo stesso programma; incapacità di dialogo e ignoranza delle regole basilari della concertazione; mancanza di problem solving e insensibilità alla questione occupazionale. Zero rispetto per i rappresentanti dei sindacati e degli altri Enti, così come della Regione Lazio, disponibile a risolvere ogni singolo aspetto della vertenza”.

Un’analisi dura, quella dell’esponente di Sel, che culmina con la menzione della oramai celebre delibera inerente al caso Multiservizi: “Perseguendo l’obiettivo della privatizzazione dei Servizi Pubblici Essenziali, senza minimamente curarsi delle indicazioni dell’Assessorato al Lavoro guidato dalla Valente, la Deliberazione della Giunta Comunale n. 374 del 31 luglio 2013 mette nero su bianco le fandonie (proprio così: fandonie) che i delegati del Sindaco hanno raccontato durante le precedenti riunioni – afferma Kovari. Soprattutto al punto tre dove chiarisce (cito testualmente sebbene conscia di errori grammaticali) ‘che nei capitolati d’appalto dovrà previste apposite clausole con lo scopo di perseguire la continuità e la stabilità delle condizioni di lavoro acquisite dal personale attualmente impegnato nei servizi’. Il che significa avviare il processo di smantellamento di quanto sin qui faticosamente ottenuto e buttare in mezzo alla strada i 90 lavoratori di Frosinone. Vorrà forse offrire loro, come il PDL ci ha abituato, un contributo come claque per presenziare agli eventi?”

Il riferimento alle polemiche scaturite a seguito della manifestazione a sostegno di Silvio Berlusconi organizzata domenica scorsa a Roma, fa da spartiacque tra la vicenda multiservizi ed aspetti più generali della vita amministrativa comunale, per i quali Marina Kovari conserva un altro paio di stoccate. “Ottaviani agisce caparbiamente, sprezzante del vasto elettorato che lo ha foraggiato e che oggi resta sconcertato, mentre dissolve la maggioranza in un gregge incapace di intendere e di volere – afferma l’esponente di Sel Frosinone. E’ solo, brandisce lo spauracchio del predissesto, delle sentenze della Corte dei Conti (che altrove, per esempio a Colleferro, hanno positivamente accolto la creazione di una nuova società a capitale pubblico per i Servizi di Interesse Generale, assumendo tutti i lavoratori a tempo indeterminato provenienti da una precedente società) mentre i suoi portaborse, che non hanno alcun potere decisionale ma presiedono come figuranti, vengono apostrofati pubblicamente.

La conclusione di Kovari, sebbene pacata, rappresenta forse la critica più dura, in quanto definisce Ottaviani inadeguato al ruolo che ricopre dalla primavera del 2012:  “In qualità di rappresentante di un partito – dichiara – ritengo che questo comportamento non sia classificabile come ‘politico’. E’ evidente che sta difendendo gli interessi di un ristretto gruppo di accoliti e per questo sta creando un vuoto di relazioni che relegano la Città di Frosinone nel punto più distante dagli Enti sovraordinati, mettendo in discussione il sistema della rappresentanza democratica e del welfare; sottometendo l’apparato amministrativo ai limiti della legalità, voltando le spalle ai bisogni reali dei concittadini… Salvo poi impoverirli: da settembre ogni tariffa comunale sarà aumentata. Nulla a che vedere con la buona politica, dunque. Eppure, sotto ai suoi occhi, si sta rinvigorendo il laboratorio politico della tradizione civica: gli ex dipendenti della Multiservizi stanno conducendo una battaglia nel nome e per conto di tutti i lavoratori, che non vogliono subire e che reagiscono colpo su colpo. Una partecipazione crescente che è stata in grado di farsi ascoltare in piazza e si è accreditata come membro permanente ai tavoli di negoziazione. Una mobilitazione costruttiva che ha ancora molte risorse da mettere in campo. E che ha un’energia rinnovabile infinita: la volontà irrinunciabile a difendere il diritto al lavoro. Per tutti. Qualora Ottaviani decida di fare politica – chiude la Kovari – può imparare da loro”.

Redazione Frosinone24.
Dichiarazioni tratte da nota stampa del 10 agosto 2013 a firma di Marina Kovari

Ti potrebbe interessare
Devi sottoporti ad un intervento in artroscopia di spalla? A Roma c’è la soluzione adatta a te

Artroscopia spalla Roma - Una lesione alla cuffia dei rotatori comporta l'insorgere di vari problemi. A parte fastidi e dolori, bisogna mettere in conto ...

Terapie domiciliari a Roma: una risorsa importantissima, ecco come fare

Terapie domiciliari Roma - Trovare a Roma terapie domiciliari svolte seriamente non è semplice, ma noi ci siamo riusciti. Per svolgere questo particolare trattamento bisogna ...

Laserterapia YAG a Roma: a chi affidarsi? Noi lo sappiamo

Laserterapia YAG Roma - Laserterapia YAG è una delle tecniche più diffuse a Roma, per questo bisogna fare molta attenzione prima di affidarsi. Quanti e ...

Come scrivere un annuncio pubblicitario efficace

Web Copywriting - Per un articolo pubblicitario il titolo e l’immagine di copertina sono essenziali. Per entrambi vale la stessa regola: punta ...