sabato 31 gennaio 2015

Mamma e figlia in ospedale. Arrestato giovane pirata della strada ubriaco

Alle ore 19,30 circa di ieri, i Carabinieri di Ceprano, in collaborazione con quelli della Stazione di Arce, sono intervenuti lungo la S.R. 6 Casilina al Km. 107+500, a seguito di un grave sinistro stradale in cui era rimasta coinvolta un’utilitaria condotta da una donna 43 enne del posto, che trasportava la propria figlia di anni 6.

Nella circostanza rilevavano che l’auto aveva sbandato lateralmente, andando a sbattere contro un albero di alto fusto. Nell’impatto la conducente aveva riportato gravi lesioni per cui, dopo le prime cure prestatele presso il pronto soccorso di Frosinone, nel corso della stessa serata era stata trasportata d’urgenza presso il Policlinico Umberto Primo di Roma ove veniva ricoverata in prognosi riservata a seguito di “politrauma”, mentre la bambina, avendo riportato lesioni più lievi, veniva ricoverata presso l’ospedale di Frosinone.

Le testimonianze acquisite sul posto ed i rilievi effettuati, consentivano ai militari operanti di accertare che il sinistro era stato presumibilmente causato da una manovra di sorpasso maldestramente eseguita dal conducente di un’altra autovettura di grossa cilindrata,  rinvenuta chiusa nelle campagne adiacenti ad una distanza di circa 200 metri dall’altro veicolo.

Il veicolo risultava intestato ad un cittadino rumeno 27enne domiciliato a Ceprano, non reperito sul posto. Considerando le circostanze che avevano verosimilmente caratterizzato il sinistro e la conseguente omissione dei soccorsi da parte del conducente dell’auto coinvolta, venivano immediatamente attivate le ricerche del proprietario della seconda autovettura, al fine di verificarne le relative responsabilità.

Solo successivamente, trascorse quasi due ore, quest’ultimo veniva bloccato dagli stessi militari mentre stava per apprestarsi a recuperare il proprio veicolo. Nella circostanza il soggetto forniva delle inverosimili giustificazioni non confermate dal quadro investigativo delineatosi nell’immediatezza.

Atteso che i due mezzi presentavano evidenti ammaccature compatibili con la supposta dinamica del sinistro e che il proprietario della vettura di grossa cilindrata coincideva con lo stesso conducente coinvolto nell’incidente, quest’ultimo veniva immediatamente sottoposto al test dell’etilometro che consentiva di rilevare un tasso alcolemico superiore al limite consentito dalla normativa vigente.

Delineata la grave condotta omissiva, il conseguente allontanamento dal luogo dell’incidente, le gravissime lesioni riscontrate dalle persone coinvolte, nonché la positività al test alcolemico, i militari procedevano all’arresto del cittadino rumeno. La competente A.G. disponeva la preliminare custodia nella camera di sicurezza di quella Compagnia Carabinieri in attesa del rito direttissimo celebrato nella tarda mattinata odierna. Nella circostanza, dopo la convalida dell’arresto, il Giudice sottoponeva l’indagato all’obbligo della firma. I mezzi coinvolti venivano sequestrati, mentre all’indagato veniva anche ritirata la patente di guida.

PUBBLIREDAZIONALE - Strepitosa iniziativa firmata Jolly Automobili, la concessionaria Peugeot per Frosinone e provincia. Ecco tutti i dettagli.

PUBBLIREDAZIONALE - Una scelta così vasta non si è mai vista! Lucio Macci e Lorenzo Volpone spiegano tutti i dettagli di questa nuova magnifica iniziativa firmata Gruppo Jolly Automobili.

PUBBLIREDAZIONALE - La Dott.ssa Claudia Malerba, specialista in Ginecologia del CE.RI.M. di Sora, spiega l'iter da seguire per vivere serenamente questo magnifico periodo.

Ti potrebbe interessare
Blog Aziendale vs Pagina Facebook: 2-0 a tavolino

Blog Aziendali - Video, video e ancora video. Perlopiù comici, di denuncia o di intrattenimento in genere. Questo è ciò che si visualizza da ...