4 novembre 2016 redazione@ciociaria24.net

Maltempo: arriva la prima neve di stagione, ecco dove. Bollettino Protezione Civile

È stato diffuso oggi pomeriggio il consueto bollettino di vigilanza metereologica a cura della Protezione Civile Italiana (clicca qui per leggerlo). Le indiscrezioni sull’ondata di maltempo sono state putroppo confermate.

Già nella giornata di SABATO 5 NOVEMBRE – si legge nel bollettino – si prevedono precipitazioni da diffuse «a prevalente carattere di rovescio o temporale e con carattere di particolare persistenza, su Liguria di Levante, alta Toscana e crinali dell’Appennino emiliano occidentale, con quantitativi cumulati molto elevati».

Le piogge, inoltre, saranno diffuse, «a prevalente carattere di rovescio o temporale con fenomeni anche persistenti, anche sui restanti settori della Liguria e dell’Appennino emiliano, in estensione nella seconda parte della giornata ai settori orientali del Friuli Venezia Giulia, con quantitativi cumulati da elevati a molto elevati». Piogge ci saranno anche nel resto del centro Italia, ma con minore intensità. Nelle zone terremotate dell’Umbria e delle Marche, il bollettino parla di quantitativi moderati.

Un deciso peggioramento della situazione dovrebbe esserci nella giornata di DOMENICA 6 NOVEMBRE, sia dal punto di vista delle piogge che della temperatura. Più precisamente, riportando fedelmente il contenuto del bollettino di domenica 6, e precipitazioni si prevedono:

– diffuse, a prevalente carattere di rovescio o temporale e con carattere di particolare persistenza, su Liguria di Levante, settori settentrionali della Toscana e settori orientali del Friuli Venezia Giulia, con quantitativi cumulati molto elevati;

– diffuse, a prevalente carattere di rovescio o temporale con fenomeni anche persistenti, sul resto del Friuli Venezia Giulia e su Appennino emiliano-romagnolo, Toscana centrale e orientale, Umbria, settori orientali del Lazio e Abruzzo occidentale, con quantitativi cumulati generalmente elevati;

– da sparse a diffuse, anche a carattere di rovescio o temporale, sui restanti settori di Toscana e Lazio, sui settori alpini e prealpini della Lombardia orientale e su Trentino Alto Adige, settori alpini, prealpini e di pianura centro-settentrionale del Veneto, settori settentrionali della Campania e settori occidentali della Sardegna, con quantitativi cumulati da moderati a puntualmente elevati;

– da isolate a sparse, localmente anche a carattere di rovescio o temporale, sul resto del Centro-Nord e della Campania, con quantitativi cumulati deboli o puntualmente moderati.

Sempre nella giornata di DOMENICA 6 NOVEMBRE è prevista la caduta della prima neve stagionale. Secondo le previsioni contenute nel bollettino della Protezione Civile, potrebbero verificarsi Nevicate «sull’arco alpino inizialmente al di sopra dei 1500-1800 m, in calo nella seconda parte della giornata fino a scendere a cavallo dei 1000 m in serata, specie su Lombardia, Trentino Alto Adige e Veneto, a quote anche inferiori sui settori di confine, con apporti al suolo generalmente moderati, fino ad abbondanti alle quote superiori».

Menu