16 febbraio 2015 redazione@ciociaria24.net

Lotito e Frosinone che «nun sanno manco che esiste»: interviene anche il Presidente della Provincia

«Sono d’accordo con il Presidente del Frosinone Calcio, Stirpe, che le parole contenute nella registrazione resa nota dagli organi di stampa, si commentino da sé. Non può essere accettato, però che un dirigente dello sport più diffuso e amato si esprima come ha fatto Lotito facendo adombrare scenari, reali o presunti, che possono minare alla radice la credibilità della federazione e dunque di uno sport che lotta ormai quotidianamente per riaffermarsi nel suo alto valore sociale e culturale.

È molto grave che le società sportive della serie cadetta vengano derubricate a realtà inconsistenti, vilipese, colpite nella loro dignità insieme alle migliaia di appassionati che partecipano col cuore e con il sostegno reale alla loro affermazione.

È per quella dignità da difendere ma anche per la stessa credibilità del calcio italiano nel suo complesso, che la vicenda di questi giorni non deve essere retrocessa a un incidente di percorso o a una semplice colorita leggerezza. Essa è divenuta sostanza e deve essere risolta con la massima serierà e severità». Lo dichiara il Presidente della Provincia di Frosinone, Antonio Pompeo, in merito alle intercettazioni del Presidente Caludio Lotito.

Menu