giovedì 29 marzo 2012

“L’odore del feltro” (Luciano Duro)

Se potessi scegliere, vorrei essere fiume e come il fiume cercare con fatica la mia strada, correre, divenire grande, impetuoso e forte, poi abbracciare l’immensa distesa azzurra e trovare pace e serenità nel mare. La mia generazione è cresciuta con l’odore del feltro, quello delle cartiere, non più buono per la produzione ma ottimo per le fredde notti d’inverno. I grandi rotoli venivano tagliati in pezzi e portati a casa dai nostri genitori. Le donne cucivano orli di stoffa colorata e coprivano qualche immancabile macchia con toppe a forma di fiori.

Le ragazze in età da marito ornavano quel feltro con pezzi di stoffa, che erano in casa, variamente colorati, perché allora non si buttava niente, e confezionavano una fantasiosa coperta, buona per il corredo matrimoniale.
L’odore del feltro è l’odore della fabbrica, te lo porti sin da piccolo e ti resta cucito addosso per tutta la vita. Studia, diceva mio padre, perché poi da grande potrai occupare un posto migliore del mio.

Era una consuetudine, un patto non scritto, tra operaio e padrone, quando il genitore andava in pensione il figlio prendeva il suo posto. Per questo che a tavola si parlava sempre della fabbrica, era quasi un voler preparare il ragazzo ad un futuro già scritto perché il posto di lavoro era la sicurezza per l’avvenire, la possibilità di sposarsi ed avere figli. Quando incominciai a crescere mi sono sempre ribellato all’idea che per me ci fosse un futuro già scritto, avevo voglia di sperimentare la vita, di cercare la mia strada, di camminare da solo e mio padre non capiva quel figlio pirata, lui abituato a guadagnarsi il pane col duro lavoro, accanto alla macchina continua, sempre uguale, sempre lo stesso, di giorno e di notte, d’inverno e d’estate.

Non ho mai lavorato in fabbrica, sebbene dopo il diploma di perito chimico ne avessi avuto la possibilità, ma una cosa è certa: quell’odore del feltro nelle fredde notti d’inverno mi accompagna da sempre anche adesso che ho 58 anni. E’ il senso di appartenenza ad una storia, il voler essere aggrappato tenacemente ad uno scoglio, come un naufrago dopo che la tempesta ha spazzato via ogni cosa. Le fabbriche non ci sono più ma c’è tanta voglia di ricostruire, con l’odore del feltro che non ti abbandona, compagno fedele di una vita.

Tratto dalla pagina Facebook del Sindaco Luciano Duro
Foto di copertina Giuseppe Sapori

Fino al 1° Giugno, cucine, soggiorni, camere da letto, complementi d'arredo e tanto altro... con sconti reali dal 30% al 70%!

Si perdono sulla montagna di Morolo, notte di paura per due giovani
13 ore fa

FROSINONE TODAY - Da ieri sera vigili del fuoco ed i carabinieri di Anagni erano alla ricerca di due ragazzi di 19 anni ...

Fiuggi, riempiva di botte la moglie. Arrestato un 36enne del posto
13 ore fa

FROSINONE TODAY - Maltrattamenti e violenze ai danni della moglie, i carabinieri della stazione di Fiuggi hanno fatto scattare le manette ...

Cassino, gli spietati bulli del 'sabato sera': un ragazzino picchiato e due fratellini maltrattati
18 ore fa

FROSINONE TODAY - Pugni e calci in pieno viso ad un quattordicenne. In piazza Labriola, sabato notte, per un soffio non si è ...

Sora Calcio: bianconeri in semifinale playoff, al Tomei è 3-1
8 ore fa

SORA CALCIO - Il Sora non fallisce il primo importantissimo appuntamento di questa coda stagionale, che potrebbe aprire un'altra porta per l'Eccellenza. Al ...

Domenica 27 Maggio Festa del Castello di S. Casto. Ecco il programma
9 ore fa

CAI SORA - Come tradizione l’ultima domenica di maggio si svolge a Sora la “Festa del Castello di S. Casto” organizzata dalla ...

Guardia Medica: ma quale atto dovuto? La nota di Loreto Marcelli (M5S)
17 ore fa

LORETO MARCELLI - «In merito alle dichiarazioni rilasciate dal Direttore Sanitario facente funzione dell’ ed apprese dai mass media si ritiene opportuno fare ...

Da oggi chiamatelo Sir Davide!
1 giorno fa
3

DAVIDE ZAPPACOSTA - "Solo un ragazzino che insegue i suoi sogni". Così Davide Zappacosta sulla sua pagina social, dopo il successo del Chelsea ...

Grande partecipazione nel giorno del ricordo di suor Elena Mattiucci
1 giorno fa

SUOR ELENA MATTIUCCI - Domenica 13 maggio è stata ricordata l’indimenticabile figura di suor Elena Mattiucci per volontà dell’Associazione Iniziativa Donne :grande partecipazione da ...

Ci ha lasciato Pietrina Giuseppina Bruni
1 giorno fa
1

PIETRINA GIUSEPPINA BRUNI - Il giorno 19 Maggio 2018 alle ore 12:00 è venuta a mancare all'affetto dei suoi cari, all'età di anni 89, PIETRINA GIUSEPPINA BRUNI (vedova Grieco). ...

Sora entra nel circuito di ArtCity
1 giorno fa

ROBERTO DE DONATIS - “La città di Sora entra nel circuito di ArtCity! - Così ha dichiarato il Sindaco Roberto De Donatis. Ieri a ...

Esposti del M5S Sora: l’ANAC apre dei fascicoli
1 giorno fa

FABRIZIO PINTORI - «In passato il M5S Sora ha presentato vari esposti all’Autorità Nazionale Anticorruzione (ANAC) sia in merito all’espletamento ...

Biosì Indexa Sora: Caneschi in Nazionale
2 giorni fa

BIOSì INDEXA SORA - Agli ordini del tecnico Gianluca Graziosi, e assieme al gruppo dei convocati, arriva finalmente il primo impegno ufficiale che farà ...

Festeggiamenti in onore di S. Restituta: il programma completo
2 giorni fa
3

SANTA RESTITUTA - E’ stato reso noto il programma ufficiale dei festeggiamenti in onore di Santa Restituta, Patrona della città di Sora e ...